Dopo i due ori olimpici di Vancouver in slalom e supercombi, dopo l’oro proprio nella supercombi a Schladming, eccola di nuovo gioire: Maria Hoefl-Riesch è ancora campionessa olimpica di supercombinata! La tedesca al termine dello slalom ha regolato l’austriaca Nicole Hosp (bronzo a Schladming, + 0.40) e una Julia Mancuso che all’Olimpiade non sbaglia mai: quarta medaglia olimpica in tre edizioni, primo bronzo. La statunitense è a 53 centesimi.

MEDAGLIA DI LEGNO –
Appena fuori dal podio, per soli 10 centesimi, Tina Maze (SLO). Nella top ten: Dominique Gisin (SUI, + 1.50), Ragnhild Mowinckel (NOR, + 1.53), Michaela Kirchgasser (AUT, +  1.79), Anna Fenninger (AUT, + 1.82), Sarka Strachova (CZE, + 1.99) e Marusa Ferk (SLO, + 2.27).

BRAVA FEDE – Appena fuori dalla top ten Federica Brigonone, undicesima e migliore azzurra (+ 3.00), mentre Francesca Marsaglia, nona al termine della discesa, è saltata. Non hanno preso il via Daniela Merighetti ed Elena Fanchini.

OUT – Fuori nello slalom Lara Gut, seconda al termine della discesa. Per la ticinese i rapid gates sembrano proprio essere un tabù. Fuori anche un’altra delle favorite della viglia, la canadese Marie-Michele Gagnon e l’austriaca Elisabeth Goergl.