Marco Schwarz adesso vince anche in gigante. 12° Della Vite, 13° Borsotti

Marco Schwarz sempre più completo e polivalente, adesso vincente anche in gigante. La sua prima volta sulle nevi californiane di Palisades Tahoe. La pista ha sorprendentemente tenuto, nonostante i 6 gradi all’arrivo, ma non c’è il sole della prima manche, nascosto dalle nuvole. Una seconda discesa che gira ancora di più. E che esalta l’austriaco, pulito e all’attacco e con il miglior tempo di manche. Un successo comunque sul filo del centesimi: Marco Odermatt partiva con quattro decimi di vantaggio, ne ha combinate di ogni, poi nel finale è stato impressionante, ma non è bastato: secondo a soli tre centesimi.

Rasmus Windingstad ©Agence Zoom

La Norvegia è sempre sul podio, ma questa volta con Rasmus Windingstad che si conferma anche nella seconda manche (quarto tempo e 36 centesimi il ritardo finale) e così torna nella top 3 in gigante, dopo il terzo posto a Kranjska Gora nel 2019. Quarto Henrik Kristoffersen, poi Stefan Brennsteiner, Lucas Braathen, Alexis Pinturault, Gino Caviezel, Raphael Haaser e Filip Zubcic a completare la top ten.

Filippo della Vite ©Pentaphoto

Bell’Italia nella seconda manche: il migliore degli azzurri è Filippo Della Vite che chiude dodicesimo, recuperando altrettante posizioni, seguito da Giovanni Borsotti che realizza il secondo tempo di manche e dalla trentesima posizione chiude tredicesimo. Nei venti anche Luca De Aliprandini, diciassettesimo; ventitreesimo Hannes Zingerle, venticinquesimo Alex Vinatzer (e dunque primi punti per lui in Coppa del Mondo in gigante), ventiseiesimo Simon Maurberger.

Giovanni Borsotti ©Pentaphoto

Altre news

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...

Calendari di Coppa del Mondo, a che punto siamo?

Sui calendari di Coppa del Mondo tanto si è detto in queste ultime stagioni. Dalle lettere aperte degli atleti, sino alla recente proposta (Change the Course) della federazione norvegese di dividere la stagioni in blocchi geografici, spostando l’avvio della...

Race Future Club, Scolari ai club: «Osserviamo anche gli altri, la scuola italiana non è sempre sinonimo di perfezione»

Si è chiusa a Cortina d'Ampezzo la terza edizione di Race Future Club, l'iniziativa di Race Ski Magazine che premia i migliori Children italiani quest'anno in collaborazione con Fondazione Cortina. Questa volta da 20 atleti il passaggio a 24,...

Race Future Club, Longo ai ragazzi: «Conta vincere, ma siate sempre umili per continuare a crescere»

«Ci tenevamo tanto a ricordare Elena Fanchini e così abbiamo deciso di dedicarle i nostri uffici ed una sala in particolare. Siamo orgogliosi di questo», fa sapere Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina e vice presidente vicario Fisi, mentre...