Maledetto mal di schiena

Accertamenti per Simoncelli: il problema alla schiena non lo lascia in pace

Davide Simoncelli appena rientrato la scorsa settimana dalla trasferta sudamericana si è subito sottoposto ad accertamenti per la schiena, il suo punto debole da sempre. Ormai il poliziotto di Rovereto convive con questo problema e, visto il riacuttizarsi di qualche dolore di troppo, ha deciso in accordo con la commissione medica Fisi di procedere ad ulteriori esami. «La schiena non è messa bene, anzi, dopo il periodo argentino sto un po’ peggio. Del resto ormai convivo con questo problema, non passo giorno che non faccio esercizi per tener sotto controllo la zona lombare. Cosa ho? E’ tutta la zona lombare che è sofferente, forse anche perchè ho tralasciato un po’ la mia schiena e mi sono concentrato con il lavoro a secco più sul ginocchio infortunato agli Assoluti e poi operato». Maledetta schiena quella di ‘Simo’. «Cosa ci devo fare, sono abituato. Certo, l’anno che avevo meno problemi, era la stagione in cui sono stato più regolare. Non dico quella dove ho vinto maggiormente, ma dove c’è stata più continuità. Tuttavia non mi tiro certo indietro, so che comunque avrò sempre questo problema fin quando farò il mestiere dello sciatore agonista. Tuttavia rimane tutto sotto controllo, anche se a volte non è facile anche dal punto di vista psicologico confrontarmi sempre con questo dolore. Ora devo essere pronto per la settimana prossima, quando da martedì andremo a Zermatt per proseguire la preparazione in vista di Soelden». Come andato l’allenamento in Terra del Fuoco? «Le condizioni a dire la verità non erano perfette, spesso abbiamo trovato molle, ma comunque andare a cercare l’inverno nell’altro emisfero è fondamentale per la preparazione». Simoncelli non demorde e guarda con fiducia alla prossima stagione: «Sono appena fuori dai primi quindici, l’obiettivo primario è entrare subito nel primo gruppo. Poi come obiettivo nel lungo periodo ci sono i Mondiali di Schladming, una pista che può essere idonea alle mie caratteristiche». ‘Simo’ in Coppa del Mondo ha fatto podio, ha vinto, manca proprio una medaglia iridata. Coraggio campione. Sempre schiena permettendo…

Altre news

Scatta il 3° Race Future Club in collaborazione con Fisi e Fondazione Cortina

Scatta a Cortina d'Ampezzo il Race Future Club atto numero 3. Stiamo parlando dell'iniziativa di Race Ski Magazine riservata ai migliori 14 Allieve/i e 10 Ragazze/i scaturiti dai risultati di Top 50, Alpe Cimbra, Campionati Italiani di categoria e...

A Les 2 Alpes il primo Summer Ski Camp con Lara Colturi

Lara Colturi e il suo primo Summer Ski Camp, una opportunità di allenamento per i giovani sciatori. Il camp è rivolto a ragazze e ragazzi dai tredici ai sedici anni (anno di nascita dal 2008 al 2011), e proposto in...

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...