L’urlo di liberazione di Guglielmo Bosca – LIVE

L’urlo di liberazione dopo due anni da incubo. Guglielmo Bosca ha dato segnali importanti nel superG di Bormio, valido per la prima combinata alpina della stagione. Nono tempo, appena davanti ad Alexis Pinturault, e tante sicurezze per iniziare di slancio l’anno di 2020. Il bruttissimo infortunio di Reiteralm è ormai un ricordo: sulla pista Stelvio di Bormio Gugu ha voltato pagina. 

Cos’hai pensato subito dopo aver tagliato il traguardo?
«È stata una liberazione. In questi due anni ho guardato le gare in televisione, sdraiato sul divano, riuscire a fare questo risultato è stato fantastico. Sono molto contento, anche perché qui sulla Stelvio è la prima volta che corro».

Come ti senti ora?
«Sto sciando molto bene e sono davvero contento di tutto. Sono consapevole che mancano ancora un po’ di chilometri nelle gambe, ripartire da questa pista sicuramente non è stato facile».

Quanto slalom hai fatto? 
«(Ride, ndr) Non l’ho più fatto, ho solo stretto i denti e tirato fuori tutte le energie che avevo: dopo una prova, una discesa e un superG, è stato un tour de force sulla Stelvio. Dovevo per forza arrivare in fondo per prendere punti Fis nel superG».

È stata davvero così difficile la manche di Bormio?
«Un vero slalom da Coppa del Mondo e non di una combinata, davvero tostissimo».

Gennaio è il mese della Coppa Europa…
«Sì, ma anche quello della Coppa del Mondo con le grandi classiche: Wengen e Kitz. Cosa farò? Vediamo come andranno le prossime gare, spero magari di fare qualche altro risultato in Coppa del Mondo». 


 

Altre news

Nello skiroom azzurro di Landgraaf

Ore e ore dietro agli sci. Lo fanno sempre, a maggior ragione quando sono in raduno negli skidome, dove il filo si mangia in fretta. Lavoro frenetico per gli skiman, che a volte non hanno avuto neppure il tempo...

Il ritorno di Peterlini: «Tanto, ma tanto lavoro dopo due operazioni»

«Sono tornata». Martina Peterlini ha rimesso gli sci ai piedi nei giorni scorsi. Lo ha fatto dopo un lungo stop, durato quasi otto mesi da quel 16 dicembre dello scorso anno, quando nello slalom di Coppa Europa di Valle...

Coppa Europa: azzurri in cerca del difficile a Peer. Il 26 partenza per l’Argentina

I pulmini della Fisi nel parcheggio di Peer andavano e venivano. Anche perché insieme alla C maschile, c’erano anche i ragazzi della B maschile. Lo skidome belga - che nel periodo estivo è aperto solo alle squadre e non...

L’ultima stagione in Coppa del Mondo di Lake Louise

Quelle di quest’anno saranno le ultime gare a Lake Louise. Dalla prossima stagione la località canadese non sarà più inserita nei calendari di Coppa del Mondo. La notizia arriva da oltreoceano ed è già stata ripresa anche da diversi...