L’ultima danza di Matteo Marsaglia: brindisi e saluti a La Thuile. «Mi sono emozionato ancora una volta»

Emozione e lacrime nel vedere i suoi compagni in fondo, voce rotta nell’ultima intervista da atleta. Oggi è stato il giorno della passerella finale di Matteo Marsaglia, sceso in piedi sul pendio della 3-Franco Berthod per chiudere la sua carriera. E brindare con chi per una vita ha condiviso mille avventure. A 37 anni dice basta un ragazzo ben voluto da tutti, che tanto ha dato a questo mondo; 209 pettorali in Coppa del Mondo, una vittoria e due podi complessivi. Oggi grandi festeggiamenti a La Thuile, con un briciolo di emozione per tanti. «Era arrivato il momento, arriva l’addio a cuor più che leggero e sono felicissimo di farlo a La Thuile, su questa pista per me importante perché è vicina alla mia caserma di appartenenza (Centro Sportivo Esercito di Courmayeur, ndr) e perché qui ho vinto la prima medaglia degli Assoluti. Chiudere qui è una cosa in più, in mezzo a tanti compagni di squadra e ad altrettanti ex che oggi erano in pista come allenatori». 

C’era atleti ed ex atleti, allenatori, la sua famiglia, la compagna Marta con il piccolo Andrea. «Una giornata perfetta: non pensavo di emozionarmi ancora, invece è successo sia aprendo il cancelletto, sia al traguardo quando mi sono fermato davanti ad amici e compagni di squadra. Ora arriva il futuro, che in parte è già scritto; tra un mese diventerò di nuovo papà e la vacanza (ironico, ndr) è finita. Inoltre ho iniziato una bella esperienza con la Federazione, cui voglio dedicare molto tempo per provare a fare qualcosa di buono. Ci tengo molto, prima un po’ di riposo». Grazie Matteo, per tutto, anche per lo sci messo in pista. Ma siamo certi che resterà molto vicino all’ambiente e che lo rivedremo spesso. Chissà in quale veste!

Altre news

La Fisi incontra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Fisi è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’intervento del numero della Fisi Flavio Roda: «Oggi è una giornata che rimarrà nei nostri cuori e...

L’effetto Verdú sullo sci andorrano

Ad Andorra, adesso che la squadra di calcio è in piena zona retrocessione nella Liga spagnola 2 (la nostra serie B) lo sci è a tutti gli effetti lo sport nazionale del Principato. Non che prima lo sci non...

I norvegesi ripartono dal Trentino

Anche quest'anno la Nazionale norvegese ha scelto il Garda Trentino per il ritiro estivo, con allenamenti tra il Lago di Garda e le Dolomiti della Paganella. Dal 19 al 24 maggio, undici atleti ed i loro tecnici hanno sfruttato...

Pronte le squadre del Comitato AOC

Definite le squadre del Comitato AOC. Linea di continuità con la conferma degli allenatori Alberto Platinetti per il settore femminile, Ruggero Barbera per quello maschile e Alessandro Roberto in affiancamento per entrambe le squadre. Il responsabile Oriano Rigamonti ha...