Per avere risultati, serve continuità. E così la Fisi ha ulteriormente incrementato programmi e investimenti anche sui giovani. A spiegarlo è stato il presidente Flavio Roda, durante l’incontro a Milano (Terrazza Martini) di oggi. «Abbiamo identificato alcune località in cui gli atleti possano rimanere più giorni, anche un mese – spiega -. Così riusciamo a dare continuità al lavoro». Sull’aereo per Ushuaia sono così saliti 140 atleti dello sci alpino, «dove ci sono condizioni ottimali per fare qualità e quantità». Gli investimenti aumentano ovviamente in modo considerevole, rispetto al passato. «Ma in questo momento ne abbiamo la possibilità perché abbiamo tanti partner che ci sostengono». Su un bilancio di 32 milioni di euro, sono 26 quelli investiti sull’attività agonistica dell’ultima stagione invernale. «Dobbiamo investire sui giovani, in modo da non avere più anni al buio: non possiamo più permettercelo – aggiunge il presidente -. È importante fare attività giovanile di qualità, un progetto che ben si lega ai Giochi Olimpici 2026. Questo però non è importante solo per l’evento a cinque cerchi, ma in generale per tutto».

E poi il presidente Flavio Roda ha parlato di Giochi Olimpici. «Sono convinto che tutto funzionerà, andremo in località che hanno tanta esperienza e che non hanno nulla da imparare – dice -. Il sistema è ottimo, noi come Federazione avremo un ruolo fondamentale per la promozione della montagna». 

Durante la mattinata spazio poi alla presentazione dei nuovi partner federali, tra cui Rtl 102,5 che doterà Sofia Goggia di una nuova app che le permetterà di interagire con la redazione e di inoltrare la propria voce direttamente in digitale. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.