LIVE – Presentato a Cortina il Pinocchio sugli Sci. Novità: i Children gareggiano anche in slalom

Gli organizzatori sono stati ospiti delle gare di Cortina d'Ampezzo

0

È stato presentato questo pomeriggio, a Cortina, il Pinocchio sugli Sci, l’evento che dopo una serie di selezioni regionali, si ritrova sulle piste dell’Abetone per il gran finale. L’appuntamento è dal 17 al 21 marzo 2018 con un programma che prevede alcune novità. Anche quest’anno divertimento garantito per i ragazzi delle categorie interessate, come sempre dai Baby agli Allievi. Le Finali internazionali saranno poi il 23 e 24 marzo, sempre all’Abetone. «Una vetrina di prestigio – commenta il Presidente Franco Giachini – che per il terzo anno ci permette di presentare in grande stile il calendario delle selezioni, le date delle Finalissime e le novità sia organizzative che tecniche del Pinocchio Sugli Sci».

LE NOVITÀ – Tra le importanti novità tecniche dell’edizione 2018 di Pinocchio Sugli Sci due riguardano le prove per accedere alle finali e il numero di atleti italiani ammessi.Le Finali Nazionali delle categorie Ragazzi e Allievi per la definizione del team italiano saranno disputate su una prova di slalom SL e su una prova di gigante GS, mentre oltre ai 20 rappresentanti del Team Italia altri 40 atleti italiani prenderanno parte alle Finali Internazionali (10 maschi e 10 femmine per la categoria Ragazzi e 10 maschi e 10 femmine per la categoria Allievi), senza far parte del contingente nazionale. «Una decisione importante – commenta il Presidente Giachini –, presa su suggerimento della FISI, che dà l’opportunità ad un numero maggiore di atleti di vivere un’esperienza di gara di livello internazionale come le Finali Internazionali di Pinocchio Sugli Sci, in programma per questa edizione dal 22 al 24 marzo 2018».

FLAVIO RODA – «Per noi è una manifestazione importante perché riguarda tutto il settore giovanile – dice Flavio Roda -, ci sono tante selezioni sul territorio, poi le Finali a cui accedono tanti atleti, un bacino sempre più ampio. Da anni esiste questo evento, grazie alla qualità e al lavoro degli organizzatori».