LIVE – Italia, che peccato! Azzurrini quarti nel team event di Davos, oro alla Svizzera

Argento per la Norvegia e bronzo per l'Austria che ha battuto l'Italia, davanti fino all'ultima run

0
La Svizzera esulta dopo la vittoria nel team event

Il sogno è svanito sul finale. Peccato. La giovane Italia brilla nel team event, ma chiude con l’amaro in bocca. Martina Peterlini, Lara Della Mea, Alex Vinatzer e Giulio Zuccarini sono quarti nella gara di Davos che ha assegnato i titoli Juniores. Una sfida bellissima tra le migliori Nazioni, con l’Italia da subito protagonista. Nella small final per il bronzo è andata vicinissima al colpaccio, ma nell’ultima run la medaglia ha preso la strada per l’Austria.

Martina Peterlini

Parte Peterlini e vince, parte Vinatzer, sbaglia in modo pesante, ma al traguardo è ancora davanti. Il risultato è di 2-0 per l’Italia, basta ancora un punto per aggiudicarsi il bronzo. Tocca a Della Mea che non trova lo spunto vincente, tutto è in mano a Giulio Zuccarini: parte a tutta, è davanti, ma a due porte dal traguardo sbaglia ed esce. Dal sorriso al gelo, perché la medaglia era ormai cosa fatta, invece l’Italia deve accontentarsi del quarto posto. Un gran peccato perché i ragazzi e tutto lo staff ci credevano, hanno preparato l’appuntamento, anche in mattinata, con una rifinitura e la sistemazione di piccoli dettagli. Dopo la delusione iniziale, giusta, giustissima, nell’albergo degli azzurri si respira però ottimismo per un gruppo di giovani che ha ben figurato. Con il pensiero che vola già al prossimo anno, quando in Val di Fassa ci saranno i Mondiali Juniores.

Alex Vinatzer

LE PRIME FASI – L’Italia è partita subito bene e con la Gran Bretagna non ha avuto problemi. Anche con il Canada nessun problema, poi l’uscita di scena con la Svizzera. Ma dopo un grande spettacolo e una lotta serrata. Così l’Italia è stata inserita nella small final, corsa contro l’Austria.

Lara Della Mea

TITOLO ALLA SVIZZERA – Il titolo è andato alla Svizzera che in finale ha battuto la Norvegia. E sulle piste di Davos è esplosa la festa, una festa a cui meritava di partecipare anche la giovane Italia.

Giulio Zuccarini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.