LIVE – A Formia al seguito degli azzurri

Sono le sedici quando alla pista di atletica si vedono i primi ragazzi. ll sole è alto in cielo e brucia la pelle, ma il vento di Formia annulla l’umidità e permette di lavorare con efficacia e qualità. Il Centro di Preparazione Olimpica del CONI è una perla, un centro d’eccellenza. In questo angolo di basso Lazio azzurri e azzurre si cimentano in sei giorni di lavoro atletico. Questa settimana in provincia di Latina apre così ufficialmente una stagione che si annuncia lunghissima e che vedrà nei Giochi Olimpici coreani a febbraio l’evento per antonomasia. Non solo Coppa del Mondo insomma.

Riccardo Tonetti ©Andrea Chiericato

SLALOMGIGANTISTIManfred Moelgg e Stefano Gross corrono. Sbuffano, ansimano, stringono i denti. Andrea Viano, il preparatore atletico degli slalomgigantisti, questo pomeriggio ha programmato una seduta di potenza aerobica. Si alternano corsa e esercizi al vogatore (rowing). Perchè? Per coinvolgere tutto il sistema e non essere invasivi a livello articolare. E poi, senza dimenticare mai, l’aspetto della competizione. La seduta prevede 1500 metri al vogatore, poi 7 minuti di corsa in soglia aerobica. Quindi 1000 metri ancora a vogare e poi ancora in pista per 5 minuti e mezzo. Con Manni e Sabo, ci sono Riccardo Tonetti, Roberto Nani, Simon Maurberger, Luca De Aliprandini, Tommaso Sala.

Tommaso Sala ©Andrea Chiericato

Non corre ma voga Matteo Marsaglia, ancora alle prese con il recupero post infortunio. E’ Tonetti quello più deciso a remare: sarà lui a vincere la gara del pomeriggio che somma i tempi delle sedute di rowing. Tonetti precede Maurberger e Moelgg.

Emanuele Buzzi ©Andrea Chiericato

VELOCISTI – Ci spostiamo in una delle tante palestre. C’è Giuseppe Abruzzini, con i giovani velocisti azzurri. Statutari, dei giganti. Crescono i giovani jet, le speranze azzurre per il futuro della discesa. Mattia Casse e Emanuele Buzzi. Poi ecco all’opera anche Henri Battilani e Guglielmo Bosca. Al lavoro per fare parte alta. Prima attivazione muscolare con Lat Machine, poi si inizia a fare sul serio. A turno, sotto il vigile sguardo di Abruzzini, il menù pomeridiano ha inizio con le trazioni alla sbarra al fine di rinforzare la parte dorsale. I ragazzi cambiano continuamente impugnatura e così si lavorano in maniera differente le fasce muscolari interessate. Poi per le spalle military press,tirate al mento, alzate laterali. Per i bicipiti curl con bilanciere e con manubri.

Luca Scarian ©Andrea Chiericato

VELOCISTE – Ci spostiamo da Luca Scarian e dalle velociste. Anche loro sono intente in lavori sulla parte alta. Panca e manubri. Esercizi per tricipiti e bicipiti. Un circuito per le ragazze. Francesca Marsaglia è tirata a lucido. Bruciano le braccia e i dorsali di Verena Gasslitter e Nicol Delago. Elena Fanchini e Verena Stuffer intanto sono alle prese con i due minuti di recupero, sempre lavorando con l’addome. Johanna Schnarf e Laura Pirovano eccole sulla multipower per i tricipiti. Moelgg e Gross intanto si cambiano in fetta e furia. casco e scarpette e via per un’oretta e mezza in bici per scaricare. De Aliprandini e Tonetti scelgono di darsi battaglia a tennis.

Francesca Marsaglia ©Andrea Chiericato

POLIVALENTI – E’ il turno delle azzurre del gruppo polivalenti e dello slalom. Lavorano duro. Sudano, sgomitano, si confrontano. Puntigliose, precise, attente, sicuramente concentrate le big. E l’entusiasmo e la voglia di confrontarsi non manca. Come c’è, ed eccome, lo spirito costruttivo di collaborazione fra Damiano Scolari, Marcello Tavola e Ruggero Muzzarelli con Matteo Artina (preparatore di Goggia) e Marco Giordano (di Bassino). Sofia Goggia, Federica Brignone, Marta Bassino e anche Elena Curtoni, le eccellenze dello sci rosa insomma. Parte alta e core stability e così anche Curtoni, ancora non recuperata dall’infortunio, può lavorare con la squadra. E poi Federica Sosio e Roberta Midali. Trazioni, piegamenti braccia, torsioni con elastici, tricipiti a corpo libero, chiusure a libro libro inverso su fitball, carpiature e addome. A tutta. Come sempre.

Marta Bassino ed Elena Curtoni ©Andrea Chiericato
Sofia Goggia ©Andrea Chiericato

LA GALLERY DELLA GIORNATA di Andrea Chiericato

Altre news

Goggia di nuovo sugli sci: «È stata durissima e non sarà facile»

Dopo quattro mesi di sofferenza, duro lavoro e fisioterapia, Sofia Goggia ha rimesso gli sci ai piedi. «È stata durissima e non sarà facile» scrive la bergamasca, che sta lottando contro l'ennesimo infortunio della carriera. Sci da slalom ai...

Tra piste in ghiacciaio e di atletica, tanti azzurri in raduno

Tra mare e montagna, tra piste da sci ancora in condizioni invernali e piste di atletica che iniziano a essere roventi. Entra nel vivo la preparazione delle Nazionali italiane, che da quasi un mese hanno ripreso ad allenarsi, in...

Già in vendita i biglietti per i Mondiali di Saalbach

Messe in archivio le finali di Coppa del Mondo, a Saalbach si pensa ai prossimi campionati del mondo che andranno in scena dal 4 al 16 febbraio 2025, mettendo già in vendita i biglietti per la rassegna iridata. First...

Grande festa di chiusura per il Comitato Alto Adige

Tempo di festa, visti anche i risultati, per la tradizionale chiusura stagionale del Comitato Alto Adige. Qualche numero: nello scorso inverno in programma una decina di eventi di Coppa del Mondo; le atlete e gli atleti hanno ottenuto una...