Levi, Neureuther non perdona: battuti Kristoffersen e Hargin. Deraglia Ryding, Moelgg nono

Non basta la leadership della prima manche, non serve un intermedio ottimo nella seconda frazione, non è sufficiente essere in una forma smagliante. L’inglese Dave Ryding sbaglia sul muro ed esce: così si impone nello slalom finlandese di Levi, per la tredicesima volta in Coppa del Mondo e l’undicesima in slalom, il tedesco Felix Neureuther. Una grande vittoria per il bavarese, fluido ed efficace, sempre fra i primi della classe fra le porte strette. Al secondo posto il norvegese Henrik Kristoffersen a 37 centesimi dal tedesco. Terzo un rimontante Matthias Hargin: lo svedese chiude a 45 centesimi da Felix.

Dave Ryding consolato al parterre da Felix Neureuther ©Agence Zoom

LA SVIZZERA DI JORIS C’E’ – Brilla la Svizzera del nostro Matteo Joris: dal quarto al sesto posto ecco Luca Aerni e Daniel Yule (stessa piazza) e Loic Meillard sesto (decimo Reto Schmidiger a completare un ottimo risultato di squadra). Settimo il norvegese Sebastian Foss-Solevaag e ottavo il francese Alexis Pinturault. Retrocede dal quarto al diciassettesimo posto l’austriaco Marcel Hirscher: ha sofferto un po’ gli scalini della Levi Black nella seconda, ma con una settimana di sci e una partenza decisa alla vigilia, il risultato del sei vincitore della Coppa del Mondo generale è comunque ottimo.

Daniel Yule ©Agence Zoom

GUARDA LA CLASSIFICA 

NONO MOELGG IN RECUPERO – Manfred Moelgg, sedicesimo a nemmeno nove decimi dalla vetta della classifica nella prima frazione, recupera fino al nono posto. Sempre brillante e in accelerazione la sciata del marebbano, peccato solo una sbavatura nella prima sessione: visto i distacchi minimi di oggi in Lapponia, la sua prova a conti fatti è sicuramente positiva.

Stefano Gross ©Agence Zoom

GROSS DICIOTTESIMO, THALER OUT NELLA PRIMA, RAZZOLI NON QUALIFICATO – E Stefano Gross? Levi sempre fatale per il fassano di Pozza. Appiccicato agli spigoli fatica a scappar via, in particolare sui tratti pianeggianti. Ventiseiesimo nella prima, chiude diciottesimo. Adesso aspettiamo i prossimi appuntamenti fra le porte strette in Val d’Isere e Madonna di Campiglio, dove il ladino (e la maggior parte della formazione azzurra) troverà pendii più idonei per far bene. Nella prima manche non si era qualificato Giuliano Razzoli, quarantesimo a 1.86. Alex Vintazer, primo anno in azzurro nel gruppo Coppa Europa e all’esordio in Coppa del Mondo, chiude con distacco buono: 2.25 dall’inglese che guidava la prima frazione. Il giovanotto altoatesino ha fatto meglio di Riccardo Tonetti e Tommaso Sala. Deragliati nella prima sessione Patrick Thaler, che ha deciso di gareggiare un’altra stagione alle soglie delle quaranta primavere, e Simon Maurberger.

 

Altre news

La Coppa Europa femminile arriva a Sarentino, finora fortino dell’Austria

La Coppa Europa questa settimana farà ritorno in Val Sarentino. Giovedì 29 febbraio e venerdì 1° marzo sulla pista Schöneben si svolgeranno due superG femminili. Dalla prima Coppa Europa in Val Sarentino, risalente alla stagione 2004/05, si sono tenuti...

Coppa Europa: Talacci è nono nel gigante di Pass Thurn vinto da Zwischenbrugger

Pass Thurn, località austriaca, è sede di recupero di due giganti maschili di Coppa Europa, in origine previsti in Slovenia, a Maribor. Nella gara odierna nona posizione per Simon Talacci. Il livignasco ha saputo risalire di una posizione nella...

Mowinckel saluta l’agonismo al termine della stagione

Sono le ultime gare della carriera per Ragnhild Mowinckel, che questa mattina ha annunciato l'ormai prossimo ritiro. Finirà la stagione, poi la trentunenne norvegese saluterà il mondo delle gare. Ha trascorso 14 anni nella squadra norvegese, 12 nel circuito...

Manuel Feller cala il poker: suo anche lo slalom di Palisades Tahoe. Sesto Vinatzer

Ancora Manuel Feller, quarto sigillo in stagione in slalom. Una vittoria, quella dell’austriaco a Palisades Tahoe, tutta in rimonta: terzo a metà gara mette pressione ai primi due con una manche delle sue di questi tempi: all'attacco, ma con...