Le novità Rossignol per sciate indimenticabili

Lo sci è prima di tutto esperienza. L’esperienza della libertà e di quel cogliere l’attimo circondati dalla natura che mette in secondo piano tutto il resto. Non è un caso se Rossignol, dal 1907 leader negli attrezzi per gli sport invernali, non solo per lo sci alpino, per la stagione invernale 2021/22 lancia la nuova gamma all mountain Experience. 

Experience è una delle proposte storiche di Rossignol, per affrontare le piste e qualche tratto fuori dalla neve battuta en souplesse. Sono sci all mountain, che permettono di divertirsi sulle piste dei comprensori e concedersi anche qualche tratto accanto alle discese battute. Per il 2021/22 gli sci di questo segmento si presentano completamente rinnovati, con un’attenzione maggiore alla performance in pista, riscoprendo l’autentico heritage Experience e sull’onda del motto ‘total skiing’, ovvero attrezzi per un’esperienza di sci totale. Ben sette sci – dai top di gamma Experience 86 TI (da 945 euro con attacco) e 82 TI (da 875 euro) fino agli 86 Basalt e 82 Basalt, 80 Carbon, 78 CA e 76 (430 euro con attacco) – che sfruttano la tecnologia Drive Tip  sulla spatola, abbinata a sidecut e profili che rendono ancora più equilibrati questi attrezzi. Drive Tip associa fibre direzionali e materiale viscoelastico più morbido per assorbire ed eliminare le vibrazioni. Sui modelli top di gamma il materiale ‘shock absorber’ è abbinato a fibre di carbonio, mentre scendendo nella gamma il carbonio viene sostituito dal basalto. Drive Tip, in abbinamento con il profilo della spatola All Trail, aiuta a rendere fluide e progressive le asperità del terreno e a trasformare la sciata in un mix di potenza e dolcezza allo stesso tempo, sia sulle piste appena fresate che nella neve mossa e rotta di bordo pista. Tutta la gamma, declinata anche al femminile, come avviene già dalla stagione 2020/21 per gli sci Blackops, è realizzata con una particolare attenzione all’ambiente. I nuclei in legno di pioppo arrivano solo da foreste certificate PEFC (marchio che garantisce una gestione sostenibile dei vivai), l’energia impiegata per la realizzazione proviene da fonti non fossili e, oltre al legno, ci sono materiali riciclati in percentuale dal 15 al 100 per cento per topsheet, solette e lamine. Tutte le fabbriche del Gruppo sono certificate ISO 140001 e gli stabilimenti non distano mai più di 650 km dal centro logistico.

LO SCARPONE PER SCIARE LIBERI – L’abbinamento perfetto degli sci Experience è con gli scarponi della gamma Free Mountain, a partire dai top di gamma Alltrack Pro 130 GW (525 euro) e Alltrack Pro 120 GW (425 euro) e dal corrispondente Alltrack Elite 110 Women GW (525 euro). Questa linea ha subìto un leggero restyling e costituisce un perfetto match di colori con alcuni modelli di sci Experience, per uno stile tono su tono, per esempio Experience 82 Basalt (da 675 euro con attacco) più Alltrack Pro 120 GW, con diverse tonalità di blu e grigio. Oppure, per lei, Expience W 82 Ti (da 860 euro con attacco) con Alltrack Elite 110 Women GW che gradano dal rosa al viola con inserti grigi. La gamma Alltrack è declinata anche per utilizzo freetouring, con attacchi Low Tech a pin da scialpinismo: questi modelli hanno nel nome la scritta LT (Low Tech).

LO SCI CHE COMPLETA IL PACCHETTO – Sciare Rossignol vuol dire affrontare qualsiasi declinazione dello sci alpino, dal racing, con sci e scarponi della gamma Hero, ai piedi dei più forti atleti di Coppa del Mondo, agli Hero Master (da 1.400 euro con attacco), il primo sci con una vera struttura race ma con sciancrature non FIS approved, per restituire a professionisti e sciatori di alto livello sensazioni agonistiche con raggi di curva per una sciata fuori dai pali. Per la prestazione c’è anche la gamma on piste React (da 335 a 800 euro con attacco), interamente rinnovata nella stagione invernale in corso, come quella freeride/freetouring Blackops (da 325 a 1.300 euro con attacco), con modelli di diverse larghezze. Tutte le linee sono declinate al femminile e non mancano le proposte per i ragazzi, a partire dall’agonismo, o per le prime curve.

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE