Innerhofer con il numero 1. Plank non gareggia, problemi alla caviglia

Delirio. Bolgia. E’ qui la festa. Wengen, 81° Lauberhornrennen. La Svizzera balla, canta e beve, in questo paesotto svizzero dove ci arrivi solo con il treno. Fa il tifo per Carlo Janka, il vincitore dell’anno scorso, Didier Cuche e adesso anche per Silvan Zurbriggen. Domani c’è la leggendaria discesa, domenica lo slalom. Tutto esaurito, come sempre del resto per questa ‘classica’ di Coppa del Mondo. In diciottomila per la supercombinata, ma domani gli organizzatori si aspettano molta più folla per la discesa, che qui è la ‘gara’, l’appuntamento per antonomasia in questo angolo di Cantone di Berna proprio in cima alla Lauterbrunnental. Una folla immensa all’estrazione dei pettorali. Avete presente in Italia? Beh, semplicemente l’opposto…Qui a Wengen c’è il cuore della Coppa del Mondo, ma qui pulsa ancora per fortuna. Ore 12.30 si parte. Andy Plank non correrà a causa di una storta alla caviglia. Christof Innerhofer ha il numero 1, Peter Fill 9, Werner Heel 14, Dominik Paris 33, Siegmar Klotz 34, Patrick Staudacher 40, Hagen Patscheider 43, Stefan Thanei 44, Paolo Pangrazzi 47 e Matteo Marsaglia 49