La Thuile rivuole la Coppa, il presidente Roda apre le porte alla candidatura

La Thuile vuole la Coppa del Mondo e chiede una nuova candidatura. Ieri – mercoledì – il presidente Fisi Flavio Roda è stato in visita ad Aosta, dove ha incontrato gli Assessori regionali e i rappresentati di La Thuile. Al tavolo dell’incontro richiesto dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta si sono seduti gli Assessori regionali Luigi Bertschy, Giulio Grosjacques e Luciano Caveri, il presidente dell’Asiva Marco Mosso, il delegato FISI Dante Berthod e il referente Grandi eventi Marco Albarello, accanto ai rappresentanti delle funivie Società La Thuile Daniele Collomb e Corrado Giordano, al sindaco di La Thuile Mathieu Ferraris e al Presidente della Società Cervino Federico Maquignaz, perché oltre alla candidatura di La Thuile è stato affrontato il tema di Matterhorn Cervino Speed Opening, con una panoramica sullo stato dei lavori.

«È stato un incontro proficuo – dicono gli Assessori Bertschy, Grosjacques e Caveri – per fare il punto di lavori di preparazione delle gare di Cervinia, per ribadire il ruolo che la Regione crede possa rivestire La Thuile nei prossimi calendari di Coppa del mondo, ma anche per sottolineare l’impegno, anche economico, che l’amministrazione regionale sta portando avanti per l’ammodernamento di impianti e funivie e, più in generale, per il rilancio degli sport invernali, che sono un determinante momento turistico e promozionale per la nostra regionale, ma che devono anche essere occasioni di vita attiva per tutta la comunità valdostana».

Nel definire le gare della Coppa del mondo Cervino Speed Opening 2023 un «evento innovativo perché abbraccia due nazioni e determinante anche per l’alta quota, elemento questo da tenere di particolare conto se si pensa a cosa sta succedendo a livello climatico» il Presidente della FISI Flavio Roda ha sottolineato che la Valle d’Aosta si è già dimostrata all’altezza delle aspettative nelle scorse edizioni di Coppa del Mondo che si sono svolte a La Thuile, lasciando così anche alla località sciistica della Valdigne aperte le porte al rilancio della suo candidatura per un suo reinserimento nei prossimi calendari di sci alpino.

Altre news

Fondazione Cortina incontra Atomic al quartier generale di Altenmarkt

Mancano diversi mesi al via della stagione invernale 2024-25 la quale, per il terzo "inverno" consecutivo (e fino al 2026), vedrà Atomic, il Brand leader a livello mondiale nel mondo dello sci, e Fondazione Cortina, l’Ente organizzatore dei grandi...

L’italiano Andrea Nonnato nuovo preparatore di Vlhová

Cambia il preparatore atletico di Petra Vlhová, che resta però legata all’Italia. Ha lasciato Marco Porta ed è entrato Andrea Nonnato. Il tecnico ha lavorato a Liptovský Mikuláš nelle ultime settimane, seguendo Petra nel suo ritorno ad alto livello dopo...

Addio a Piermario Calcamuggi

Addio a Piermario Calcamuggi. È morto ieri a Torino, dov'era ricoverato a seguito di un intervento chirurgico. Aveva 77 anni. Dopo l’intervento era stato in grado di parlare con la moglie Ita e con i figli, Matteo ed Elisa,...

Sofia Goggia, buone sensazioni sulla neve allo Stelvio: «Mi sento molto bene, sempre meglio»

Il ritorno di Sofia Goggia passa da Bormio e dal ghiacciaio del Passo dello Stelvio. A cinque mesi dall’infortunio, la bergamasca, dopo una prima uscita in pista alcune settimane fa, è tornata in ghiacciaio da venerdì per un altro...