La rivoluzione di Morzenti

Il presidente: "Marketing, commerciale e comunicazione da rivedere"

Giovanni Morzenti, ad aprile confermato alla guida della Federazione Italiana Sport Invernali, sta attuando diversi cambiamenti in via Piranesi. Dal punto di vista della composizione delle squadre abbiamo già parlato della scommessa su Claudio Ravetto, promosso a direttore tecnico unico dello sci alpino, dopo aver ‘silurato’ Michael Mair. Ma sostanzialmente le compagini dello sci alpino sono rimaste le stesse, e le novità più importanti riguardano marketing e comunicazione. "Piano piano sto cercando di dare visibilità e appeal alla Fisi. Sto solo attuando quello che aveva indicato il commissario straordinario, quello che vuole in fondo la base. Da troppi anni viviamo se non nell’anonimato, in una sitauzione di poca visibilità. Per questo motivo ho voluto mettere mano insieme al segretario generale a questi temi. Prima Robert Brunner che si occuperà di gestire le sponsorizzazioni in essere, le relazioni e gli atleti, quindi la figura di Antonio Frattarelli come consulente con il compito di coordinare le azioni di marketing e quelle commerciali. Insomma, insieme stiamo cercando di rifondare l’immagine della Fisi. E poi c’è il discorso comunicazione e relazione con i media. Abbiamo incaricato diverse società per fare studi sulla possibilità di avere un canale televisivo dedicato, un nuovo portale on line più vivo, nuove strategie insomma. Non abbiamo ancora deciso nulla, ma credo si possa ripartire con grandi novità". Morzenti non nomina nessuna società in particolare, ma sembra, come ha scritto anche la Gazzetta dello Sport, che Metafora abbia avuto l’incarico esterno per gestire le relazioni con la stampa. Infine Antonio Frattarelli, che due giorni fa incontrato Morzenti per definire il suo ruolo: "Aspetto un comunicato stampa ufficiale, ma ho trovato la quadra con il presidente. Sarò il consulente che opererà nel marketing e nel commerciale per tutte le discipline", fa sapere l’ex presidente di Salomon Italia. Intanto tutte le squadre hanno iniziato la preparazione. Resta però ancora irrisolto il nodo sui test atletici e su un eventuale quartier generale per la preparazione ‘a secco’ e sopratutto per quanto rigurda la ricerca. Mapei e Rovereto sembrano ormai davvero fuori da giochi, e in Fisi si cerca di trovare un accordo con Novarello con cui settimana prossima via Piranesi tratterà ancora. Staremo a vedere..

Altre news

Race Future Club, Scolari ai club: «Osserviamo anche gli altri, la scuola italiana non è sempre sinonimo di perfezione»

Si è chiusa a Cortina d'Ampezzo la terza edizione di Race Future Club, l'iniziativa di Race Ski Magazine che premia i migliori Children italiani quest'anno in collaborazione con Fondazione Cortina. Questa volta da 20 atleti il passaggio a 24,...

Race Future Club, Longo ai ragazzi: «Conta vincere, ma siate sempre umili per continuare a crescere»

«Ci tenevamo tanto a ricordare Elena Fanchini e così abbiamo deciso di dedicarle i nostri uffici ed una sala in particolare. Siamo orgogliosi di questo», fa sapere Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina e vice presidente vicario Fisi, mentre...

Prima giornata al Race Future Club a Cortina d’Ampezzo

Prima giornata al Race Future Club a Cortina d’Ampezzo. Condizioni variabili al Faloria: subito un po’ di nebbia, anche qualche fiocco di neve, poi finalmente il sole per i partecipanti alla terza edizione dell’iniziativa di Race Ski Magazine che...

Scatta il 3° Race Future Club in collaborazione con Fisi e Fondazione Cortina

Scatta a Cortina d'Ampezzo il Race Future Club atto numero 3. Stiamo parlando dell'iniziativa di Race Ski Magazine riservata ai migliori 14 Allieve/i e 10 Ragazze/i scaturiti dai risultati di Top 50, Alpe Cimbra, Campionati Italiani di categoria e...