La prima tracciatura dell’italiano Miniotti: «Sono pronto e gasato per l’esordio» (live)

SÖLDEN LIVE – La seconda manche del gigante femminile di Soelden sarà tracciata dall’italiano Pierre Miniotti, da tre anni in giro con la nazionale svedese. E sarà una prima assoluta per il tecnico valdostano di Gressoney-La-Trinité che non ha mai disegnato una gara di Coppa del Mondo. Lo farà su un Rettenbach difficile e complicato, specie per il settore femminile. Il lungo muro è davvero tosto e le porte possono anche essere messe a 23 metri. «Sono gasatissimo – dice il tecnico -, inizio subito da una pista bella tosta, ma bisogna pur rompere il ghiaccio».

Pierre Miniotti dopo aver seguito le squadre giovanili della Svezia, con qualche presenza in Coppa Europa, è stato promosso in Coppa del Mondo come skiman e allenatore, ruolo che ha ricoperto per tutta la scorsa stagione; ora un altro passo avanti con l’incarico di solo allenatore che dedica maggiore attenzione al gigante. «Ringrazio per certo la Federazione e il responsabile (Thoma, ndr) che mi stanno dando spazio e fiducia». Miniotti, 33 anni, in precedenza aveva seguito i giovani dello sci club Gressoney; domani invece si troverà sul Rettenbach con il trapano in mano per disegnare la seconda manche. «Non c’è nulla da inventarsi – aggiunge -. Sopra sei un po’ più libero e puoi anche stare a 27/28 metri, poi il muro è il muro e c’è ben poco da fare. In fondo? È tutto piatto e non si va avanti, dovrò andare via in velocità».

Altre news

Esordio in Coppa del Mondo per Lucrezia Lorenzi e Beatrice Sola

«Devo andare forte alle Fis di Diavolezza, poi in Coppa Europa e poi vediamo...». Questo in sintesi il messaggio chiaro, limpido, di Lucrezia Lorenzi che abbiamo sentito proprio una manciata di giorni di quello slalom Fis valido come una...

Coppa Europa, Schieder: «Oggi due piccoli errori»; Molteni: «Abbastanza contento, in superG devo abbassare i punti»

Hanno cancellato un volo a Monaco di Baviera e gli azzurri reduci da Beaver Creek hanno posato la testa sul cuscino all’1 di notte. Un po’ di stanchezza, un po’ di jet lag, ma ugualmente pronti a scendere in...

L’Italia sfiora il podio a Santa Caterina: quarto Schieder, quinto Molteni. SuperG a Mettler

Durante il primo giro di lisciatura, questa mattina, sembrava allontanarsi l’ipotesi di vedere un superG di Coppa Europa sulla Deborah Compagnoni di Santa Caterina Valfurva. Ma la speranza è sempre l’ultima a morire e così passaggio dopo passaggio, lisciatura...

Zinal, domina Hilzinger. Zenere 7a, Platino 11a

Secondo gigante di Coppa Europa sulle nevi elvetiche di Zinal. Asja Zenere, ieri grande vincitrice  fra le porte larghe, non riesce a confermarsi davanti ma è autrice comunque di una bella gara. Termina settima la veneta del gruppo Coppa...