Non usa mezze parole, come sempre,Bode Miller. Anche nelle dichiarazioni all’americano piace attaccare, rischiare. Ecco cosa ha detto al parterre della discesa della supercombi olimpica: «Ho fatto un errore nello stesso punto della discesa, stavo spingendo al massimo. Sapevo che partire con il 24 sarebbe stato durissimo e l’errore mi costerà caro. Alla fine l’anticipo della partenza per rendere più omogenee le condizioni per tutti ha ottenuto l’effetto contrario perché partendo alle 11 avremmo trovato tutti condizioni brutte mentre ora le hanno trovate soprattutto quelli che come me sono scesi un’ora dopo il via. Lo slalom? Bisognerà attaccare al massimo e rischiare, non c’è motivo di sciare conservativi».

KOSTELIC OK –
«Ho fatto bene nelle prove e speravo di essere più veloce oggi, cosa che è successa ed è importante. Sono contento, ho fatto una buona discesa».

MAYER: SLALOM DURO PER TUTTI – «La pista era molto diversa da quella della discesa ma sono contento della mia prestazione, ho guardato il pendio dello slalom, è bello ripido, sarà dura per tutti»

LIGETY: NON HO PAURA DEI DISCESISTI – «È molto caldo, alla fine oggi con contava come sciavi, ma quando scendevi… La mia posizione? Non mi fanno paura i discesisti, avrei voluto essere più vicino a Kostelic e avere un maggiore vantaggio su Pinturault, ma sono in una buona posizione».

PINTURAULT: TEMO BANK E KOSTELIC – «Non ho fatto una grande discesa, soprattutto a causa del pettorale, però le condizioni erano migliorI dei giorni scorsi. Dovrò fare una grande manche di slalom, naturalmente Bank e Kostelic saranno gli uomini da battere»

PARIS: HO ATTACCATO AL MASSIMO – «Ieri mi sentivo bene, oggi è stata dura, vediamo come andrà lo slalom. Ho fatto alcuni errori perché ho cercato di attaccare al massimo».