Sestriere si sta scaldando in vista della Coppa del Mondo: raggiunto il numero di 13.000 accreditati, gli organizzatori puntano alle 20.000 presenze, anche perché sono in arrivo tantissimi sci club, visto che il comitato AOC ha deciso che nel fine settimana della Coppa del Mondo, non ci saranno gare in programma in Piemonte.

GPS PER IL PARALLELO – Sabato è il giorno del gigante, domenica c’è il debutto del parallelo. Sulla Kandahar G.A. Agnelli si sta lavorando sulla tracciatura. «Abbiamo deciso di avvalerci di un sistema professionale Gps – spiega Gualtiero Brasso, presidente del Comitato organizzatore – per realizzare due percorsi perfettamente speculari. Tracceremo il primo gigante e rileveremo tramite Gps i punti esatti dove sono piazzati i singoli pali. Tramite un software professionale questi punti verranno traslati, esattamente a 9 metri di distanza, e consentiranno di piantare i pali del gigante gemello con uno scarto massimo complessivo di 5 cm sull’intera tracciatura».

LE AZZURRE – La squadra si è allenata due giorni ad Artesina, con fondo barrato, «e con un tracciato anche più difficile di quello di Sestriere – spiega il dt azzurro Gianluca Rulfi – in fondo ribadire qualche dettaglio tecnico è sempre importante. E oltre al gigante abbiamo preparato anche il parallelo. Due giorni di rifinitura davvero ben fatti». Adesso il gruppo con Sofia Goggia, Federica Brignone, Marta Bassino, Laura Pirovano, Francesca Marsaglia, Karoline Pichler, Valentina Cillara Rossi e Luisa Bertani (quest’ultima convocata solo per il parallelo) è in viaggio verso Sestriere dove arriverà anche Irene Curtoni, intenzionata più al gigante che al parallelo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.