La fiducia di Bosca e le buone sensazioni di Copper

«Ho ripreso a sciare per davvero negli Stati Uniti». Guglielmo Bosca è soddisfatto del lavoro svolto sulle piste di Copper Mountain, dove ha finalmente ritrovato feeling, sciata e i avuto la possibilità di testare i materiali giusti. Ha recuperato anche il terreno perso nei mesi scorsi, in cui si è trascinato dietro ancora l’infortunio dell’ultima stagione, il secondo della sua carriera. «Sto bene, ho veramente ripreso a sciare qui in America – racconta -. Sui ghiacciai ho sempre dovuto gestire parecchio i miei acciacchi». Sono trascorsi otto mesi dall’ultimo stop ed è tornato a mostrare curve e passaggi interessanti.

Guglielmo Bosca ©Agence Zoom

Ha rilevamenti cronometrici che fanno ben sperare, sta sciando bene e ora è pronto a tornare in Coppa del Mondo. Questa sera sarà al via della prima discesa libera di Lake Louise, dopo aver chiuso al 43° e al 56° posto le due prove completate; la terza, quella di giovedì, è invece stata annullata. «Sono consapevole che rientrare dopo un altro infortunio non sarà facile, soprattutto mentalmente; dovrò riuscire a vincere qualche situazione e a ritrovare quel ritmo gara che ho perso: ce la metterò tutta e vedremo che cosa riuscirò a ottenere». 

Sarà dunque un primo test, senza particolari pressioni perché, dice, «la stagione è molto lunga e il mio obiettivo è quello di tornare a essere competitivo passo dopo passo». Oggi Guglielmo Bosca, atleta del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur, sarà al cancelletto di partenza con il pettorale 49. 

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE