La Coppa riparte dall’Austria con Gut al comando

Presentazione gigante Lienz – Dieci azzurre, esordio assoluto per Pirovano

Con Lara Gut (forse) inaspettatamente in testa alla classifica generale di Coppa del Mondo, che tutti già davano assegnata a Lindsey Vonn, il Circo Bianco femminile riparte dopo le Feste natalizie con il classico appuntamento Lienz/Semmering, a seconda degli anni, un’alternanza che ormai dura da poco prima del nuovo millennio. Trattasi delle gare n.13 e 14 della stagione, in questo caso. E’ di nuovo il turno di Lienz, dopo che lo scorso anno Semmering non riuscì però a organizzare le sue prove, venendo sostituita dalla tirolese Kuehtai. Per Lienz, tra l’altro, un bel traguardo, quello della decima edizione della doppia gara negli ultimi 18 anni, anche se, a ben guardare, nel 1997 andarono in scena due slalom (non dunque gigante-slalom, come dal 1999 in poi) vinti entrambi dalla svedese Nowen con Deborah Compagnoni sempre sul podio.

Nel video, il trionfo di Denise Karbon datato 28 dicembre 2007.

GARA – A Lienz la pista è pronta da tempo, le temperature da sempre basse in quella zona favoriscono anche l’innevamento artificiale. Il programma prevede gigante lunedì 28 dicembre, slalom martedì 29 con gli stessi orari per entrambe le manche, 10.30 e 13.30. Si chiude di fatto qui la prima parte dell’annata per le porte larghe, con cinque gare in poco più di due mesi, da Soelden, con Aspen, Aare e Courchevel a seguire, tutte vicine tra loro. Dopo, ecco altri quattro giganti: Ofterschwang il 16 gennaio, Maribor il 30, Jasna (dove Marta Bassino vinse l’oro mondiale jr. 2014 davanti a Karoline Pichler) il 5 marzo, e poi Skt. Moritz il 20 marzo 2016, ultima gara dell’anno. Insomma, ‘coppetta’ di gigante ancora tutta da assegnare e sarà una sfida lunga, si spera fino all’ultima gara. Favorite per il quinto appuntamento stagionale in gigante? Ovviamente Brem, Gut, Vonn, Loeseth, Rebensburg, Worley e ci mettiamo sempre le italiane, scegliete pure voi quali, perché tra le porte larghe hanno la possibilità di fare bene comunque e su questa pista ci aspettiamo onestamente grandi cose dalla squadra di Rulfi.

STORIA – La pista Schlick WC Strecke è molto interessante, specie se il fondo sarà duro. E’ mossa, presenta numerosi cambi di pendenza, tratti in contropendenza ed è spesso ‘buia’. Le italiane in passato hanno gradito il pendio, centrando un successo con Denise Karbon tra le porte larghe nel 2007 e altri tre podi con Putzer, Moelgg e Brignone (dello slalom parleremo in altra sede). Sabrina Fanchini fu 8a nel 2011, suo miglior risultato in Coppa del Mondo. Una curiosità: tra infortuni e ritiri, tutte le ragazze sul podio nel 2013 non saranno in gara: Fenninger, Lindell-Vikarby, Shiffrin. Peccato enorme.

GEOGRAFIA – Lienz, in Austria, è il capoluogo del Tirolo orientale, situata ai piedi delle Dolomiti e nella Val Pusteria (in tedesco Pustertal) austriaca. Si alterna, nell’ospitare due prove tecniche di Coppa del Mondo, ogni due stagioni, con Semmering, paese invece che si trova all’estremo est non del Tirolo, ma dell’Austria stessa. A Lienz si sono disputati finora 9 giganti femminili, dal 1969 e qui, il 28 dicembre 2011, Anna Fenninger vinse la sua prima gara in Coppa del Mondo, replicando, stessa data, ma a Semmering, un anno più tardi.

PISTA – Il tracciato è davvero interessante: leggera pendenza in avvio, due porte sul piano, primo dosso, poi ci si sposta verso sinistra in un canaletto, attraverso altri due dossi. Quindi, il primo vero cambio di pendenza, seguito da altri avallamenti del terreno, spostamenti del tracciato a destra e sinistra. Un altro cambio di pendenza, un po’ di piano e il ripido finale, non troppo accentuato. Un vero e proprio muro non c’è mai, ma la pista non dà respiro. E’ la preferita, parole sue, di Federica Brignone. Le gare tra Semmering e Lienz meritano di essere seguite sul posto, per l’organizzazione spesso impeccabile e il grande ‘calore’ del tifo, che in Austria non delude mai. Sarà così anche questa volta.

AZZURRE – Dieci italiane al via, preparatesi sulla Aloch a Pozza di Fassa, sabato 26 e domenica 27 dicembre, per riscattare la prova (di squadra, ovviamente, nessuno riferimento a Sofia Goggia) opaca di Courchevel: ecco in gara Federica Brignone e Nadia Fanchini, in cerca appunto di rivincite, Manuela Moelgg e Irene Curtoni ancora nel primo gruppo, Marta Bassino, Sofia Goggia per la conferma, Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Karoline Pichler e Laura Pirovano, esordiente,  fresca di successo in Coppa Europa.

ORARI E TV – Gigante lunedì 28 dicembre 2015, slalom martedì 29. Orari identici: prima manche ore 10.30, seconda 13.30. Sempre in diretta su RaiSport1 ed Eurosport.

Il podio del 2011, da gustare….

La felicità di Federica Brignone dopo il secondo posto di allora: 

Altre news

La Coppa Europa femminile arriva a Sarentino, finora fortino dell’Austria

La Coppa Europa questa settimana farà ritorno in Val Sarentino. Giovedì 29 febbraio e venerdì 1° marzo sulla pista Schöneben si svolgeranno due superG femminili. Dalla prima Coppa Europa in Val Sarentino, risalente alla stagione 2004/05, si sono tenuti...

Coppa Europa: Talacci è nono nel gigante di Pass Thurn vinto da Zwischenbrugger

Pass Thurn, località austriaca, è sede di recupero di due giganti maschili di Coppa Europa, in origine previsti in Slovenia, a Maribor. Nella gara odierna nona posizione per Simon Talacci. Il livignasco ha saputo risalire di una posizione nella...

Mowinckel saluta l’agonismo al termine della stagione

Sono le ultime gare della carriera per Ragnhild Mowinckel, che questa mattina ha annunciato l'ormai prossimo ritiro. Finirà la stagione, poi la trentunenne norvegese saluterà il mondo delle gare. Ha trascorso 14 anni nella squadra norvegese, 12 nel circuito...

Manuel Feller cala il poker: suo anche lo slalom di Palisades Tahoe. Sesto Vinatzer

Ancora Manuel Feller, quarto sigillo in stagione in slalom. Una vittoria, quella dell’austriaco a Palisades Tahoe, tutta in rimonta: terzo a metà gara mette pressione ai primi due con una manche delle sue di questi tempi: all'attacco, ma con...