Sofia Goggia ©Agence Zoom

Ha voluto essere presente per tifare le sue compagne, per staccare dal clima di casa e immergersi in quello che avrebbe voluto vivere da protagonista. Sofia Goggia è arrivata a Cortina d’Ampezzo, ha pranzato con le compagne e cercato di portare un po’ di carica per il gigante di domani. «Per le donne italiane sarà l’ultima possibilità per ottenere una medaglia – racconta -. Ieri Marta mi ha regalato una grande gioia, è stata bravissima e sciato con astuzia. Questo oro le toglierà un po’ di peso per la gara di domani e le farà solo bene». 

Marta Bassino è stata la più forte in gigante quest’anno. E Sofia aggiunge: «Ha sempre sciato una spanna sopra le altre, ha un livello tecnico veramente alto, attualmente è la migliore gigantista al mondo. Ha dimostrato una costanza di risultati invidiabili, quindi sarebbe una medaglia che è come la ciliegina sulla torta per lei». E Federica Brignone? «Ha grinta, è una tigre, so la rabbia che ha dentro in questo momento e probabilmente potrebbe fare la zampata: sa che sta sciando bene e che non le sono uscite queste gare, ma riesce a tirare fuori la grinta che poche sanno fare». 

Sofia Goggia ha fatto anche i nomi delle favorite, oltre alle italiane: «In questo mese ho visto la Worley in grande spolvero, la Shiffrin ha sciato forte in superG e senza l’errore in fondo forse l’avrebbe spuntata, poi c’è la Vlhova che è sempre li e ci prova. Se devo dire un nome… dico la Gut-Behrami».