La carica di Federica Brignone: «Voglio giocarmela ogni giorno alle finali»

Celebra anche lei Mikaela Shiffrin, ma è un grande giorno anche per Federica Brignone. 55 volte sul podio in Coppa del Mondo, la sesta volta in stagione, con un crescendo negli ultimi mesi dove ha messo in bacheca anche due medaglie iridate. «Sono fiera di essere sul podio con una campionessa del calibro di Mikaela Shiffrin: il destino ha voluto che tutte le volte in cui quest’anno ha fatto un record, io sono sempre finita dietro a lei, vedi a Kranjska Gora, ai Mondiali e in questa gara. È tosta, scia benissimo, con lei come avversaria è sempre difficile vincere».

Un secondo posto costruito in rimonta. «Ho disputato una seconda manche un veramente all’attacco. Sapevo di avere tanto distacco dalla testa, tuttavia sono partita a tutta, commettendo qualche errorino, ma sapevo di andare forte, e alla fine il risultato è arrivato. Sono contenta di come sto sciando e allo stesso tempo dispiaciuta per la prima manche, pensavo fosse venuta fuori meglio, però non avevo la giusta luce».

Adesso le finali nel Principato di Andorra: attualmente è quarta nella generale, ma a 86 punti dalla seconda posizione occupata da Petra Vlhova. «Adesso ricarico le pile in vista delle finali di Soldeu, ci arrivo in ottima forma e voglio giocarmela ogni giorno, perché gli obiettivi da raggiungere sono ancora tanti: dalla generale al gigante, persino in superG dove posso addirittura raggiungere il primo posto: insomma voglio sfruttare ogni occasione».

Federica Brignone ©Agence Zoom

 

Altre news

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...

Calendari di Coppa del Mondo, a che punto siamo?

Sui calendari di Coppa del Mondo tanto si è detto in queste ultime stagioni. Dalle lettere aperte degli atleti, sino alla recente proposta (Change the Course) della federazione norvegese di dividere la stagioni in blocchi geografici, spostando l’avvio della...

Race Future Club, Scolari ai club: «Osserviamo anche gli altri, la scuola italiana non è sempre sinonimo di perfezione»

Si è chiusa a Cortina d'Ampezzo la terza edizione di Race Future Club, l'iniziativa di Race Ski Magazine che premia i migliori Children italiani quest'anno in collaborazione con Fondazione Cortina. Questa volta da 20 atleti il passaggio a 24,...

Race Future Club, Longo ai ragazzi: «Conta vincere, ma siate sempre umili per continuare a crescere»

«Ci tenevamo tanto a ricordare Elena Fanchini e così abbiamo deciso di dedicarle i nostri uffici ed una sala in particolare. Siamo orgogliosi di questo», fa sapere Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina e vice presidente vicario Fisi, mentre...