Kronplatz: Gut-Behrami fa il vuoto, Brignone (5°) e Bassino (6°) in posizione d’attacco

SAN VIGILIO DI MAREBBE – Lara Gut-Behrami è in grande forma e lo dimostra anche nella prima manche del gigante di Kronplatz, in una giornata fantastica e ancora una volta da cartolina. L’elvetica fa la differenza in fondo, dov’era necessario avere coraggio e buttare giù le punte sempre a caccia di velocità. Ci è riuscita e comanda con distacco, con 59/100 di vantaggio su Alice Robinson e con 68/100 sulla svedese Sara Hector.

L’Italia al momento insegue, ma la gara è apertissima: Federica Brignone è quinta, Marta Bassino è sesta, con distacchi di 84/100 e 1″32. Non bassissimi, ma neppure immensi, visto che già Robinson prende di colpo sei decimi. E così è tutto molto aperto, ma soprattutto questa manche ha permesso alle due azzurre di ritrovare un po’ di fiducia e di appoggi, anche se Brignone ha di nuovo rischiato l’interno. «Così mi sono un po’ bloccata – dice la valdostana – e fatto un passo indietro perché non ho osato nell’ultima parte, dove c’era l’ombra. Ho comunque fatto una manche corretta: sono in gara». Ed è quello che serviva in questo momento, prima di dare l’assalto al podio nella seconda manche che partirà alle 13.30 e che si correrà all’ombra. «Sarà sempre molto tosta».

Marta Bassino ha parlato di una manche solida ed è contenta, visto che le ultime sensazioni in gigante risalgono a Jasna. «Ho perso molto nella parte finale, è questione di fiducia – dice la cuneese – nella seconda cercherò di attaccare e di spingere ogni curva come ho fatto ora».

Può essere contenta della prima manche anche Sofia Goggia. La bergamasca è ottava, a 1″42 dalla vetta, ad appena dieci centesimi da Marta Bassino. Molto bene in alto, qualche decimo di troppo in basso, dove ovviamente le pendenze si fanno più severe.

Roberta Melesi, caduta a Cortina d’Ampezzo senza conseguenze, riparte subito con il diciassettesimo tempo nella prima manche, a 1″86 dalla vetta. Qualificata anche Asja Zenere (24°), dentro anche Elisa Platino (28°). Non si sono qualificate Lara Della Mea (34°), Laura Pirovano (39°) e Ilaria Ghisalberti (40°).

Altre news

Coppa Europa, Asja Zenere vince il superG in Val Sarentino

Stoccata vincente di Asja Zenere nel superG di Coppa Europa in Val Sarentino: prestazione in rimonta dell’azzurra che con il best crono negli ultimi due settori sale sul gradino più alto del podio, precedendo di 35 centesimi l’austriaca Magdalena...

Coppa Europa: a Wahlqvist il secondo gigante; 11° Talacci e 12° Franzoni

Undicesimo posto per Simon Talacci e dodicesimo per Giovanni Franzoni nel secondo gigante di Coppa Europa di Pass Thurn. La vittoria è andata al norvegese Jesper Wahlqvist che ha concluso in 1’51″72 e preceduto di 5/100 il tedesco Jonas...

La Coppa Europa femminile arriva a Sarentino, finora fortino dell’Austria

La Coppa Europa questa settimana farà ritorno in Val Sarentino. Giovedì 29 febbraio e venerdì 1° marzo sulla pista Schöneben si svolgeranno due superG femminili. Dalla prima Coppa Europa in Val Sarentino, risalente alla stagione 2004/05, si sono tenuti...

Coppa Europa: Talacci è nono nel gigante di Pass Thurn vinto da Zwischenbrugger

Pass Thurn, località austriaca, è sede di recupero di due giganti maschili di Coppa Europa, in origine previsti in Slovenia, a Maribor. Nella gara odierna nona posizione per Simon Talacci. Il livignasco ha saputo risalire di una posizione nella...