Kranjska fa festa con Ted

Kranjska Gora Live – Ad un evento Shred: «Adesso un film in Groenlandia»

Ted Ligety è talmente ‘avanti’ che passa oltre un’ora con i giornalisti e con i tifosi dopo la conferenza stampa istituzionale. Dopo la gara, dopo il cerimoniale, questo giovanotto che viene dallo Utah non finisce mai di stupire. E’ vero che c’è la ‘sua’ Shred, è vero che c’è Head, ma Ligety ha scelto proprio il pomeriggio del sabato del week-end di gare, solitamente dedicato al riposo, per rispondere alle domande di giornalisti, curiosi, tifosi.

PERSONAGGIO – Lo sappiamo ormai, Ligety è un grande personaggio, è uno che ci sa fare, che non conosce la parola stress. Ovviamente centinaia di persone hanno preso parte a questa festa ai piedi delle piste centrali di Kranjska. Eccolo Ted, che parla ben poco di sci nonostante il trionfo odierno: «Ragazzi è il momento di pensare alle vacanze, sbaglio? Le mie? A casa nello Utah, ma prima mi aspetta la Groenlandia con Warren Miller, devo girare un film». E domani c’è lo slalom…

Altre news

Borse di studio Rossignol: ultime settimane per presentare domanda di partecipazione

In occasione della realizzazione del murale dedicato a Federica Brignone al quartiere Corba 5 Cerchi di Milano, lo scorso 19 maggio, la filiale italiana del Gruppo Rossignol ha annunciato l’avvio di un’iniziativa di borse di studio per sostenere i...

Livio Magoni nuovo coach di Martina Dubovska

Chiusa l’esperienza con l’Austria, Livio Magoni riparte da Martina Dubovska: è la stessa atleta della Repubblica Ceca (settima nello slalom delle finali di Soldeu come miglior piazzamento nell'ultima stagione di Coppa del Mondo; diciannovesima nella prossima start list) ad...

Ecco le nominations di Alpine Canada

Alpine Canada ha annunciato le nominations per la squadre di sci per la prossima stagione. Dove non ci saranno più Marie-Michèle Gagnon e Trevor Philp che hanno lasciato lo sci agonistico. Nel team femminile presenti Ali Nullmeyer, Amelia Smart, Britt...

Meta Hrovat rientra nel mondo delle gare

Un po’ il ginocchio che faceva le bizze, un po’ la mancanza di motivazioni: così Meta Hrovat aveva scelto di fermarsi all'inizio della scorsa stagione, una decisione che, come lei stessa l'aveva definita, è stata la più difficile della...