Kostelic piglia tutto: supercombi e leadership in Coppa

Innerhofer, caduto fra le due manche, perde il podio per nove centesimi

Chi ferma più Ivica Kostelic? Il croato dopo il Parallelo di Monaco e il trionfo domenica scorsa ad Adelboden in slalom, passando per un secondo posto nella ‘sua’ Zagabria, si impone anche nella prima supercombinata della stagione che si è disputata a Wengen. Un successo maturato nello slalom speciale, che invece ha fatto retrocedere Christof Innerhofer al quarto posto ma a solo nove centesimi dal podio. ‘Inner’ è stato protagonista di una caduta davvero sfortunata: è scivolato fra le due manche mentre si accingeva a raggiungere la zona della partenza ed ha sbattuto violentemente il gomito destro contro una staccionata. Una bella botta, ma nulla di grave per fortuna. "Ho preso una bella cartella, ma niente di grave. Il mio quarto posto? Dopo la vittoria della libera sono stato protagonista di uno slalom senza particolari errori. Ho ritrovato smalto anche in questa disciplina. Avanti così". Abbiamo ritrovato noi invece quell’Innerhofer che avevamo lasciato due anni fa, ovvero brillante e competitivo in superG, discesa e supercombinata. Adesso va forte ovunque, un campione recuperato completamente. Sul podio con Kostelic ecco lo svizzero Carlo Janka ed il norvegese Aksel Lund Svindal, che adesso è secondo a 109 punti dal croato nella classifica generale di Coppa del Mondo. Maestro in slalom, leader della Coppa: di tutto di più per Ivica, momento davvero magico. "Certo, lo slalom è la mia disciplina principe, ma io non mi nascondo, a questo punto guardo alla Coppa del Mondo convinto dei miei mezzi". Quarto Benjamin Raich, davanti a Bode Miller. Buon undicesimo Peter Fill e diciottesimo Siegmar Klotz che finisce davanti a Matteo Marsaglia. Ventunesimo Stefan Thanei e appena dietro Paolo Pangrazzi, che conquista i primi punti in Coppa del Mondo. Out in discesa Dominik Paris, Patrick Staudacher ed Hagen Patscheider, invece Werner Heel non è partito in slalom per conservare energie per la libera. Domani infatti la calssica discesa sul Lauberhorn.

Altre news

Il progetto “Juniors to Champions” di Atomic è realtà anche in Italia

Il progetto Juniors to Champions di Atomic è realtà anche in Italia. Il più grande produttore di sci al mondo, che ha come obiettivo quello di accompagnare i giovani ed emergenti talenti che puntano ai grandi palcoscenici, vuole fornire...

Gruppo Rossignol ha radunato i suoi 45 istruttori nazionali

Il Gruppo Rossignol chiama a raccolta i “suoi” Istruttori nazionali per presentare il nuovo progetto di “brands promotions”. In occasione dell’aggiornamento ufficiale della Fisi a Cervia, Rossignol, lo scorso 24 maggio, ha anticipato il momento di formazione organizzando una...

Definite le squadre del Comitato Alto Adige

Linea di continuità, dopo i cambiamenti dello scorso anno nel Comitato Alto Adige. Christian Thoma continua a ricoprire il ruolo di responsabile della sezione sci alpino; in campo inoltre Christian Polig (VSS), Thomas Valentini (Grand Prix) e Thomas Rungg...

Gardena 2029, si decide il 4 giugno. Roda: «Grande lavoro condiviso da tutto il territorio»

Il 4 giugno in Islanda a Reykjavík alle ore 18 (20 italiane) la votazione al congresso FIS  per decidere l'assegnazione dei Mondiali di sci alpino del 2029. In prima linea la nostra Val Gardena che dovrà vedersela con la...