Kilde è l’uccello da preda: battuto Odermatt

Si chiama Birds Of Prey, ossia Uccelli Da Preda. E’ oggi l’uccello che plana verso il trionfo nel secondo superG di Coppa del Mondo di Beaver Creek è Aleksander Aamodt Kilde. Il norvegese riesce a bruciare per l’inezia di tre centesimi lo svizzero Marco Odermatt, ieri dominatore del primo atto in Colorado. Terza piazza per l’atleta di casa Travis Ganong: chiude a 37 centesimi. Dopo i primi tre i distacchi aumentano. Quarto a 92 e quinto a 95 rispettivamente gli austriaci Matthias Mayer e Vincent Kriechmayr. Sesto a 98 Alexis Pinturault: il francese fino a metà gara stava facendo un garone, poi è indietreggiato e perde ancora punti per la Coppa del Mondo oiverall che vede in testa saldamente Odermatt. Purtroppo i nostri sono fuori dalla top 15. Mattia Casse non si ripete: ieri buon nono, oggi fa troppe imprecisioni e prende 1.89 dalla testa della classifica. Da domani due discese e lui è determinatissimo per tornare davanti. Christof Innerhofer è sempre troppo attaccato agli spigoli: chiude 18° un centesimo dietro Casse.

Kilde in azione ©Agence zoom

AVANZA MARSAGLIA – Cresce invece Matteo Marsaglia: ieri 27° con il 55, oggi con il 53 è 19° a 1.92. Eccolo il ‘romano di San Sicario’: «Con pettorali alti ho fatto due buone gare. Ho anche commesso delle sbavature di troppo, oggi altrimenti potevo essere ancora più avanti dal momento che siamo tutti appiccicati Finalmente la schiena non mi crea problemi, posso allenarmi e gareggiare con più serenità. Adesso aspetto le discese…».

GUARDA LA CLASSIFICA DEL SECONDO SUPERG DI BEAVER CREEK

In ritardo purtroppo ancora Dominik Paris 23° a 2.07: due superG da dimenticare negli States. Emanuele Buzzi e Riccardo Tonetti fuori dai 30. Out Guglielmo Bosca e Pietro Zazzi. Brutta caduta per Kjetil Jansrud: il vkingo, che a fine stagione dirà addio all’agonismo, cade nelle reti. Una botta al ginocchio sinistro, aspettiamo notizie ufficiali in merito. La notizia positiva? Si rialza e scende con gli sci. Domani a Beaver Creek e domenica due discese in programma: forza azzurri, è necessario avvicinarsi ai primi.

Matteo Marsaglia sulla Birds Of Prey ©Agence Zook

 

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE