Jole Galli, a destra, impegnata in una delle sue prime gare di skicross

Dallo sci alpino al fondo, passando per snowboard, skicross e ciclismo. La squadra di atleti che portano in giro per il mondo il brand Livigno è sempre più ampia. E composta da sportivi di primissimo livello, capitanati dalla campionessa olimpica di snowboardcross, Michela Moioli. Nel team (che il presidente dell’Apt Livigno Luca Moretti ha ringraziato) c’è anche Jole Galli che dopo una stagione a metà tra sci alpino e skicross, ha definitivamente deciso di concentrarsi solo su quest’ultima disciplina. Qualcuno la paragona a Ester Ledecka, che ha un piede nello sci alpino e uno nello snowboard, ma la livignasca sorride e ci va cauta: «Non siete i primi ad accostarmi, io ho fatto solo un breve periodo alternando due discipline – ha spiegato nella conferenza stampa online di Livigno -. Ora sarò solo una skicrossista: ho ricevuto l’ok anche dai Carabinieri». 

E così focus a questa intrigante disciplina, focus ai Giochi Olimpici di Pechino 2022. «Ho sempre fatto salti, non è stato così difficile il passaggio – racconta -, sono andata alla ricerca di stimoli e obiettivi nuovi per arrivare, forse, alle Olimpiadi in casa. Questa stagione l’ho fatta di istinto, con poca tecnica e tanta “ignoranza”; c’è tanto lavoro da fare, forse ho un po’ sottovalutato lo skicross perché ci va tantissima tecnica e comunque scendere in batterie formate da quattro persone fa effetto, bisogna sgomitare e saper prendere le misure. Però mi piace e penso di potermi togliere qualche soddisfazione». 

Jole Galli è atleta della Nazionale Italiana, il suo nominativo è inserito nella squadra Coppa del Mondo/Coppa Europa insieme a quelli di Lucrezia Fantelli, Simone Deromedis, Yanick Gunsch, Siegmar Klotz, Edoardo Zorzi e Dominik Zuech. Nei Giovani invece ci sono Simone Cavallar, Jannes Debertol, Aiace Smaldore, Federico Tomasoni, Filippo Zamboni e Andrea Chiesi. Il coordinatore e allenatore responsabile è sempre Pala Bartolomeo.