Jansrud doma la Jeongseon downhill. Paris è grande secondo, Fill quarto

Le prove non avevano mentito, tutt’altro: Janrsurd, Paris e Fill erano stati protagonisti nei due training per poi confermarsi oggi in gara. Alle 12 locali, le 4 del mattino in Italia, la Jeongseon downhill si è presentata al mondo due anni prima di ospitare le prove veloci nello sci alpino ai Giochi Olimpici 2018. Pista indubbiamente semplice, dove si resta molto in posizione, con quattro salti, ma anche poca velocità. Neve dura, oggi, con ottima tenuta non ghiacciata. Ci sarà tempo ovviamente per lavorarci su, ma l’impianto base del tracciato resterà ovviamente questo. E se così sarà i due azzurri potranno lottare per le medaglie nel 2018, anche se il tracciato sembra davvero perfetto per i norvegesi Jansrud e Svindal, sempre che quest’ultimo abbia voglia di essere ancora in pista fra due anni.

GARA – Kjetil si impone nella classifica finale con il tempo di 1’41”38, sfruttando soprattutto la parte centrale, dove ha guadagnato il più possibile sulla concorrenza; nel tratto conclusivo invece, dalla fondamentale curva verso destra finale, i migliori sono stati Paris e Fill anche se non è bastato per vincere; secondo appunto Dominik Paris a soli 20 centesimi, terzo un altro atleta sempre molto scorrevole, l’americano Steven Nyman, a 0”41, giusto davanti a Peter Fill, quarto, a 0”47. Distacchi cortissimi. Quinto Feuz, sesto Striedinger, settimo Janka, ottavo Theaux, nono Baumann, decimo Fayed. Solo 12esimo Reichelt, 22esimo Ganong.

ITALIA – Lontani gli altri azzurri: 21esimo Christof Innerhofer, 23esimo Matteo Marsaglia, 25esimo, bravissimo, Emanuele Buzzi, il 21enne della forestale in forza al gruppo Coppa Europa con pettorale 50 ai primi punti in Coppa del Mondo, 31esimo Mattia Casse, 35esimo Werner Heel.

CALENDARI E CLASSIFICHE – Domani superG, stessa pista stessa ora, cioè 12 locali, le 4 del mattino in Italia. In classifica generale ci sono tre norvegesi dietro Marcel Hirscher, con Jansrud quarto. Fill è quinto. Nella graduatoria di specialità invece l’altoatesino di Castelrotto è secondo a 71 punti da Svindal, la cui stagione purtroppo è finita a Kitzbuehel.

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...