Arriva da Selva Val Gardena, dove studia, vive e scia con il locale club. Jamie-Lee Pellizzari ha quindici anni ed è inserita nella categoria Allievi. Per lei si prospetta una stagione fondamentale, l’ultima tra i Children, prima del passaggio agli Aspiranti.

Tra un mese ci saranno i Campionati Italiani, cosa ti aspetti?
«Nulla di particolare, mi piacerebbe sciare bene ed essere allo stesso livello dello scorso anno, poi vedremo come vanno, non mi pongo obiettivi particolari».

Dov’eri arrivata lo scorso anno?
«Purtroppo ai tricolori sono stata sfortunata: il superG non era andato bene, in gigante e slalom invece ho perso uno sci. Però ho vinto gli Internazionali del Pinocchio sugli Sci all’Abetone».

Com’è iniziata questa stagione?
«Ho fatto diverse gare, ma non posso ritenermi soddisfatta, in questo momento non sto sciando molto bene. Patisco un po’ la competizione, devo migliorare in quello, lavorare sull’aspetto mentale».

Ti alleni con Florian Runggaldier, come ti trovi?
«È un bravo tecnico, mi trovo bene perché è un grande motivatore, ma in generale con tutto il club mi sento a mio agio».

Hai fatto sci estivo?
«Purtroppo no perché ho avuto male alla schiena e quindi sono rimasta ferma due mesi. Non ho sciato molto, ho ripreso da poco».

Scuola e sport, che rapporto hai?
«Faccio la seconda superiore al Liceo Sportivo di Ortisei. Non ho particolari problemi anche perché essendo una scuola sportiva mi permette di saltare diverse giornate e recuperare. Per questo riesco a gestire tutti gli impegni».

Cosa ti piace fare nel tempo libero?
«Amo stare con le mie amiche e poi andare a cavallo. Una volta facevo gare di equitazione, ora ho smesso perché ho dovuto fare delle scelte».

Quale disciplina preferisci?
«Diciamo lo slalom gigante perché il superG è troppo veloce, lo slalom è l’esatto opposto. Una via di mezzo, quindi gigante».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.