Ivica Kostelic: la Coppa del Mondo ha un nuovo leader

Passa in testa con il secondo posto nella combinata dell Hahnenkamm

Due occhi penetranti, decisi. Così l’abbiamo visto nel dopo-gara. Ivica Kostelic, archiviato il lungo week-end di Kitzbuehel, è ufficialmente un ‘competitor’ per la sfera di cristallo. Ha voluto ribadire con fierezza questa sua candidatura oggi, durante la conferenza stampa della combinata dell’Hahnenkamm, dove è giunto secondo alle spalle di Silvan Zurbriggen e subito davanti al compagno di squadra Natko Zrncic-Dim. «Certo che sono in lotta per la classifica generale di Coppa, e dopo questi risultati ho ancora maggior consapevolezza nelle mie possibilità. È chiaro che di strada da fare ce n’è ancora tanta, non è certo il caso di festeggiare. Ma ritrovarsi in testa alla classifica ‘overall’ a fine gennaio è comunque un motivo di grande soddisazione». Mai così in alto Ivica nella sua carriera, nata come specialista e convertita da un paio di stagioni alla polivalenza. In una stagione in cui manca un autentico ‘mattatore’ può ragionevolmente ambire al grande ‘colpo’: slalom, gigante, supercombinata e qualche punto dalle discipline veloci sono le frecce al suo arco. «Questa mattina ho guardato in faccia il mio compagno Natko e gli ho detto che in base a questo risultato si sarebbe capito che direzione poteva prendere la stagione. Non potevo permettermi di sbagliare, era troppo importante. Sono riuscito ad ottenere i punti che volevo, anche a costo di ‘tirare un po’ i freni’ in slalom e questo mi aggiunge ulteriori motivazioni».
Kostelic guida una classifica davvero corta: 675 punti, contro i 660 di Benjamin Raich (malamente fuori questa mattina dopo poche porte), i 656 di JB Grange, i 655 di Aksel Lund Svindal. In quattro in venti punti, ognuno con carattristiche diverse. e nemmeno Bode Miller a 445 è definitivamente ‘tagliato fuori’. A meno che non continui a gettar via occasioni preziose. Da qui alle finali di Aare avremo di che divertirci…

Altre news

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...

Calendari di Coppa del Mondo, a che punto siamo?

Sui calendari di Coppa del Mondo tanto si è detto in queste ultime stagioni. Dalle lettere aperte degli atleti, sino alla recente proposta (Change the Course) della federazione norvegese di dividere la stagioni in blocchi geografici, spostando l’avvio della...

Race Future Club, Scolari ai club: «Osserviamo anche gli altri, la scuola italiana non è sempre sinonimo di perfezione»

Si è chiusa a Cortina d'Ampezzo la terza edizione di Race Future Club, l'iniziativa di Race Ski Magazine che premia i migliori Children italiani quest'anno in collaborazione con Fondazione Cortina. Questa volta da 20 atleti il passaggio a 24,...

Race Future Club, Longo ai ragazzi: «Conta vincere, ma siate sempre umili per continuare a crescere»

«Ci tenevamo tanto a ricordare Elena Fanchini e così abbiamo deciso di dedicarle i nostri uffici ed una sala in particolare. Siamo orgogliosi di questo», fa sapere Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina e vice presidente vicario Fisi, mentre...