In testa c'e' Baeck, Moelgg a un centesimo

0

Manche 'tiratissima' sul Podkoren. Myhrer terzo a due centesimi

Il sole di questa mattina è traditore. Sembra primavera dal cielo limpido e da una intensa luminosità. Invece l’aria è fredda e di conseguenza il Podkoren è davvero tirato a lucido. Meglio così. Neve dura, placche di ghiaccio disseminate sul pendio sloveno. Alla fine è venuta fuori una manche entusiasmante a Kranjska Gora, ‘tiratissima’, spettacolare. Tutti vicini, a far presagire una seconda frazione da paura, al cardiopalma. Per il momento in testa c’è lo svedese Axel Baeck, che è davanti a Manfred Moelgg di un centesimo. Terzo un altro svedese: Andre Myhrer uditre udite chiude a due centesimi dalla vetta. Poi il francese Steve Missillier, l’austriaco Mario Matt e ottimo sesto a ventotto centesimi Cristian Deville.  Tutti attaccati, addirittura il quindicesimo che è lo sloveno Mitja Valencic perde solo novantaquattro centesimi. E gli altri azzurri? Giuliano Razzoli è in un momento no. Scivola via dopo poche porte, e anche Stefano Gross è costretto ad abbandonare le nevi slovene. Out inoltre l’esordiente Roberto Nani, non si qualifica invece per la seconda manche Patrick Thaler.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.