©Agence Zoom

Nel gigante parallelo dell’Alta Badia primeggia ancora la Norvegia che porta sul gradino più alto del podio Rasmus Windingstad, atleta classe 1993 che vince la sua prima gara di Coppa del Mondo. Il Norge ha avuto la meglio sul tedesco Stefan Luitz che in qualche modo riesce a riscattare l’opaco gigante di domenica. La Norvegia anche oggi piazza diversi atleti nelle primissime posizioni: quarto Leif Kristian Nestvold-Haugen, battuto da Roland Leitinger che conquista il suo primo podio in Coppa del Mondo, mentre il secondo posto di Sankt Moritz gli assegnò l’argento mondiale in gigante. 

Miglior risultato in carriera per Lucas Braathen, anno 2000, che chiude quinto. Settimo Henrik Kristoffersen, tredicesimo Aleksander Aamodt Kilde che si vede sfuggire la vittoria della combinata tra le gare di Val Gardena e quelle di Alta Badia. Questo riconoscimento infatti è stato vinto da Windingstad. 

Gli unici due azzurri qualificati sono usciti dopo il primo turno. Hannes Zingerle è stato eliminato da Windingstad, mentre Simon Maurberger è uscito contro l’austriaco Dominik Raschner. «Peccato, mi spiace tantissimo, ci tenevo a fare una bella gara in casa – ha spiegato Maurberger -. Ci ho provato e ho sbagliato, ci sta. Vado a casa a testa alta, questo format di gara mi piace tantissimo».