Il piu' veloce in Argentina? Borsotti!

«Adesso a Soelden nei quindici così sono nei trenta al mondo»

Giovanni Borsotti non ha raggiunto Zermatt con il team degli slalomgigantisti. Ha trascorso una settimana in più di allenamento in Terra del Fuoco e di conseguenza ora è fermo per ‘ricaricare le batterie’. E’ stato cinque giorni all’Isola d’Elba, dove la famiglia gestisce un albergo, quindi ieri ha raggiunto la ‘sua’ Bardonecchia: «Un po’ di riposo è necessario, dopo il trasfertone sudamericano. Sono senza dubbio soddisfatto del periodo argentino. Ho staccato spesso i migliori tempi, sul duro e sul molle, sul ripido e sul piano. Sono in forma, sto crescendo, aspetto il periodo delle gare con estrema fiducia. Ho trascorso la prima stagione con i big alternandola con la Coppa Europa, ma adesso in gigante farò tutto il circuito nella massima serie, forte anche del ‘posto fisso’. A Soelden mi piacerebbe entrare nei quindici, così in questo modo posso accedere ai top trenta nella ‘start list’. Mi sono allenato parecchio anche in slalom, dove ovviamente ho più difficoltà, ma lo speciale del Cerro Castor dovrebbe avermi confermato nei cento al mondo. Aspettiamo comunque le nuove ‘start list’. Per il momento procede tutto con regolarità. Peccato tuttavia per il mio amico Antonio Fantino. Fino a due anni fa abbiamo fatto praticamente la carriera insieme, ora si è fatto male di nuovo…mi mancano le sfide con Toni!». Borsotti adesso tornerà sulla neve la prima settimana di ottobre. Da decidere se al Tonale o allo Stelvio.

Altre news

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar da ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Telenovela finita. Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha...

La Svizzera ha scelto le condizioni di La Thuile per gli ultimi allenamenti

La Thuile si rivela anche sul finale di stagione una meta privilegiata per i top dello sci mondiale. In quest’ultima settimana di apertura, appena chiuso il Criterium Cuccioli con 600 giovani atleti da tutta Italia, ecco che il comprensorio...