I discesisti provano la Birds of Prey

Per Fill influenza intestinale ma dovrebbe esserci. Questa volta neve dura

Si poteva correre la prima prova di Beaver Creek? Voci contrastanti a riguardo, con la Fis che in un primo momento forzava per partire e poi in un secondo andava dietro alle ‘lamentele’ di Bode Miller e compagnia per non perdere credibilità ed alzare i toni di una polemica generale iniziata già dall’estate. C’era il problema di un paio di dossi da addolcire, che alla fine sono stati anche limati ma orse non troppo. Così prova cancellata, e gli azzurri ‘assaggeranno’ la Birds of Prey – Golden Eagle oggi. O almeno è così il programma, se non salteranno fuori altri problemi sulla sicurezza. L’influenza che ha obbligato Dominik Paris a non partecipare al superG sta passando, mente leggermente febbricitanti ieri erano Siegmar Klotz e Patrick Staudacher. Anche Peter Fill, che oggi avrà il numero 1 in prova non è al meglio: lamenta infatti un problema intestinale. La pista? Scordiamoci il ‘molle’ di Lake Louise. Meglio per gli azzurri. Vediamo…

 

Altre news

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar da ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Telenovela finita. Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha...

La Svizzera ha scelto le condizioni di La Thuile per gli ultimi allenamenti

La Thuile si rivela anche sul finale di stagione una meta privilegiata per i top dello sci mondiale. In quest’ultima settimana di apertura, appena chiuso il Criterium Cuccioli con 600 giovani atleti da tutta Italia, ecco che il comprensorio...