Guadagnini: «Manu, una seconda giovinezza. Goggia-Bassino? Nessuna preoccupazione»

«Una seconda giovinezza». Matteo Guadagnini esalta il podio di Manuela Moelgg, il secondo stagionale dopo quello di Soelden. «Sta attraversando un grande momento – racconta -. È stata molto brava, così come lo è stata Federica (Brignone, ndr) che è appena rientrata e che ha perso abbastanza per quel podio. Molto brava, il gesto era veloce, certo, le manca qualcosa, ma ha anche sciato cinque giorni dopo il rientro da Ushuaia».

GOGGIA & BASSINO – Una prestazione al di sotto delle aspettative per Sofia Goggia e Marta Bassino. «Non sono preoccupato, devono scrollarsi un po’ di tensione, sono state un po’ trattenute, dopo l’uscita di Soelden è mancata un po’ di brillantezza. Ma le ragazze sono sul pezzo e arriveranno, nessuna preoccupazione». Discreta anche la prova di Irene Curtoni, che però ha sciato bene solo nella prima frazione. «Sta bene, a metà gara ero contento, peccato per l’ultima manche».

MOELGG E IL PODIO – La marebbana Manuela Moelgg sigla invece il tredicesimo podio in Coppa del Mondo. «Ci sto prendendo gusto – dice -. L’ultimo pezzo era difficile e ho perduto tanto tempo, ma quando arrivi al traguardo e vedi che il tuo tempo è il migliore dimentichi tutto e sei contenta ugualmente. Sono veramente contenta sia per me che per Federica Brignone, adesso cercherò di andare forte anche nello slalom di domenica. Non mi è mai successo di cominciare la stagione in questo modo, adesso voglio salire sul gradino più alto del podio, spero che quel giorno presto».

IL RIENTRO DI BRIGNONE – «Sono arrivata al cancelletto di partenza della prima manche un po’ bloccata e tesa – racconta -, ho impiegato qualche porta per sciogliermi. Nella seconda manche sono partita attaccando, poi ho commesso un grossissimo errore sul piano e mi si è chiusa la vena, da lì sono ripartita dandoci dentro ancor di più perché volevo fare il massimo. Non mi aspettavo di reggere così bene due manche visto, il lavoro svolto in estate mi è servito. Per oggi mi accontento di questo risultato, frutto del carattere e del cuore».v

Altre news

Coppa Europa: a Wahlqvist il secondo gigante; 11° Talacci e 12° Franzoni

Undicesimo posto per Simon Talacci e dodicesimo per Giovanni Franzoni nel secondo gigante di Coppa Europa di Pass Thurn. La vittoria è andata al norvegese Jesper Wahlqvist che ha concluso in 1’51″72 e preceduto di 5/100 il tedesco Jonas...

La Coppa Europa femminile arriva a Sarentino, finora fortino dell’Austria

La Coppa Europa questa settimana farà ritorno in Val Sarentino. Giovedì 29 febbraio e venerdì 1° marzo sulla pista Schöneben si svolgeranno due superG femminili. Dalla prima Coppa Europa in Val Sarentino, risalente alla stagione 2004/05, si sono tenuti...

Coppa Europa: Talacci è nono nel gigante di Pass Thurn vinto da Zwischenbrugger

Pass Thurn, località austriaca, è sede di recupero di due giganti maschili di Coppa Europa, in origine previsti in Slovenia, a Maribor. Nella gara odierna nona posizione per Simon Talacci. Il livignasco ha saputo risalire di una posizione nella...

Mowinckel saluta l’agonismo al termine della stagione

Sono le ultime gare della carriera per Ragnhild Mowinckel, che questa mattina ha annunciato l'ormai prossimo ritiro. Finirà la stagione, poi la trentunenne norvegese saluterà il mondo delle gare. Ha trascorso 14 anni nella squadra norvegese, 12 nel circuito...