Gross, il podio della perseveranza

Live – «Da essere fuori squadra al podio in Coppa… incredibile!»

Goduria Gross. Arriva in sala stampa con la naturalezza di un big e si confronta con la stampa internazionale che scopre solo oggi che non è parente di ‘Pierino’. Riceve il premio tradizionale di chi sale sul podio ad Adelboden, il ‘campanaccio’, quindi lo seguiamo nell’albergo della squadra azzurra. Incontra Giuseppe Bianchini, bacci e abbracci con lo skiman Voelkl, una gioia condivisa. Il podio di Stefano Gross è quello della perseveranza. «Ci ho sempre creduto. Ero in squadra C poi sono uscito e ho trascorso due stagioni con il gruppo sportivo delle Fiamme Gialle, che in quegli anni sono stati la mia ‘ancora di salvataggio’. Poi l’ultimo anno ho avuto il posto fisso in slalom in Coppa Europa e sono entrato l’anno successivo in B, ma Jacques Theolier, con cui davvero ho un ottimo rapporto, mi ha tirato in mezzo fin da subito. Questo è il secondo anno che sono con il gruppo Coppa del Mondo. In allenamento vado sempre forte, sapevo che prima o poi poteva arrivare il risultato, il podio. Oggi è incredibile, sono proprio contento». Stefano è arrivato a questo risultato con calma, ma con grande impegno e determinazione, senza bruciare le tappe: «Quando sei fuori squadra ti senti tagliato fuori, poi sono risucito a fare il posto fisso in Coppa Europa e sono rientrato nel giro azzurro. Non ho mollato, sono cresciuto piano piano, con regolarità. L’anno scorso avevo pettorali troppo alti, soffrivo le piste rovinate, adesso appena mi sono portato un po’ avanti con l’ordine di partenza ho potuto mettere in pratica quello che so fare in allenamento. Dediche? Alla mia famiglia, a ‘Bianco’ e a Jacques».

Altre news

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar da ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Telenovela finita. Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha...

La Svizzera ha scelto le condizioni di La Thuile per gli ultimi allenamenti

La Thuile si rivela anche sul finale di stagione una meta privilegiata per i top dello sci mondiale. In quest’ultima settimana di apertura, appena chiuso il Criterium Cuccioli con 600 giovani atleti da tutta Italia, ecco che il comprensorio...