Peter Fill con la coppa di discesa ©Agence Zoom

L’immenso Peter Fill dirà basta dopo le gare di Garmisch. Ha deciso, la caduta di oggi sulla Streif di Kitzbuehel gli ha fatto indire una conferenza stampa immediata, per annunciare a tutto il mondo la sua decisione: «Faccio ancora la discesa di Garmisch e poi smetterò. Il ricordo più bello? Sicuramente la vittoria qui a Kitzbuehel». Ha collezionato 353 pettorali in Coppa del Mondo, vincendo tre volte, una proprio qui a Kitz, nel 2016, poi si aggiudicò anche la discesa di Lake Louise del 2008 e il superG di Kvitfjell del 2017. Ventidue i podi complessivi e due le medaglie iridate: argento nel superG di Val d’Isère del 2009 e bronzo nella supercombinata di Garmisch 2011. 

Ma Peter Fill in carriera ha vinto anche tre coppe di specialità, due in discesa e una in combinata, datate 2016, 2017, 2018, le tre stagioni più belle di tutta la sua carriera agonistica. Oggi purtroppo non è andato come sperava. Voleva tagliare il traguardo e ricevere l’ovazione del numerosissimo pubblico. Invece niente, è caduto nella parte alta dopo che uno sci si è sganciato, un finale amaro e brutto per il campione altoatesino.