Grande attesa in Val di Fassa per l’arrivo della Coppa del Mondo

Programmazione, lungimiranza, perseveranza e capacità di fare squadra. Qualità che hanno permesso alla Val di Fassa di realizzare quello che, fino a pochi anni fa, era un sogno, ora diventato realtà. Il 24 e 25 febbraio prossimi, la pista La VolatA nella Ski Area San Pellegrino sarà teatro di una due giorni di superG di Coppa del Mondo femminile, a ideale coronamento di un percorso iniziato tre decenni fa. Da allora, la rinomata vallata trentina ha ospitato 40 gare di Coppa Europa, è stata teatro delle Universiadi 2013 e da 17 anni è sede ufficiale di allenamento della nazionale italiana, grazie al progetto Progetto Piste Azzurre e alla sensibilità delle società impianti e dell’Azienda per il Turismo Val di Fassa. Altro passaggio fondamentale è rappresentato dai Mondiali junior di sci alpino del 2019, che hanno fatto da trampolino di lancio verso il debutto nel massimo circuito internazionale, avvenuto nel 2021 con il recupero di tre gare annullate in Cina.
Nella stagione in corso, la località trentina è entrata ufficialmente nel calendario di Coppa del Mondo e ora è pronta a mettere in campo le competenze maturate nel corso degli anni per provare a restarvi in pianta stabile. L’importante evento in programma a fine mese è stato presentato a Trento nella gremita sala Edo Benedetti, nella sede del Gruppo Itas, partner della manifestazione e da sempre convinto sostenitore dello sport e dello sci alpino in particolare.

©Raffaele Merler/Pegasomedia

«Con l’assegnazione di questo evento – spiega Fausto Lorenz, presidente dell’Apt Val di Fassa e di Grandi Eventi Val di Fassa, che è a capo dell’organizzazione -, la nostra valle vede premiati gli sforzi che ha fatto, in primis da parte dei nostri sci club e dalle tante persone che si sono spese per contribuire alla riuscita dell’organizzazione. Riuscire a diventare tappa fissa di Coppa del Mondo renderebbe il nostro impegno organizzativo più leggero, perché una volta che la macchina è rodata tutto risulta più semplice».
I sogni spesso rischiano di rimanere tali, se non alimentati e sostenuti da capacità, competenza e volontà di crederci. «La Coppa del Mondo in Val di Fassa non è tanto un sogno, ma un progetto partito molto tempo fa – ha commentato a proposito l’amministratore delegato di Trentino Marketing Maurizio Rossini -. La Provincia Autonoma di Trento e la Fisi nazionale hanno riportato in auge la 3Tre di Madonna di Campiglio e avviato un progetto per la Val di Fassa, che ora si è concretizzato. Sono convinto che sapremo dimostrare alla Fis e alla Fisi che la loro fiducia in noi è stata ben riposta e che la tappa fissa in Val di Fassa sarebbe importante per noi, ma andrebbe altresì ad arricchire il calendario internazionale».

©Raffaele Merler/Pegasomedia

L’obiettivo è stata raggiunto grazie al grande lavoro di squadra che la nuova società Grandi Eventi Val di Fassa è riuscita a mettere in campo per questo prestigioso appuntamento, coinvolgendo la Ski Area San Pellegrino e gli sci club locali Ski Team Fassa, Us Monti Pallidi, FassActive e le cinque scuole di sci della valle (Moena Dolomiti, Vajolet Pozza di Fassa, Vigo di Fassa e Passo Costalunga, Canazei Marmolada e Campitello), ma anche la Scuola Alpina e il V nucleo atleti della Guardia di Finanza di Predazzo e il Centro Addestramento Alpino della Polizia di Stato di Moena.
«Rispetto a tre anni fa, quando in due mesi dovemmo organizzare tutto, tra l’altro in piena pandemia, abbiamo avuto più tempo a disposizione per farci trovare pronti – ha spiegato Davide Moser, direttore sportivo del Comitato Organizzatore -. Questo evento coinvolge la comunità dell’intera valle e abbiamo ricevuto dalle risposte splendide da parte delle realtà sportive che operano sul nostro territorio. Come siamo arrivati fin qui? C’è stata perseveranza, lungimiranza, la forza e la volontà di crederci».

Nell’ultimo fine settimana di febbraio, l’attenzione del pubblico si focalizzerà sulle big dello sci mondiale, che daranno vita a due giornate dagli alti contenuti tecnici e agonistici, con in palio punti di fondamentale importanza per le atlete che sono in lizza la conquista della Coppa del Mondo di superG, così come di quella assoluta. Teatro di gara sarà il collaudato pendio della pista La VolatA.
Ora la parola passerà alle atlete. Il programma della Coppa del Mondo Val di Fassa prevede l’inaugurazione della due giorni già il venerdì sera a Moena con la manifestazione World Cup Opening Parade alle 18, quindi sabato 24 febbraio è in programma il primo superG con start alle ore 11, poi alle ore 18 in piazza a Moena avrà luogo la Cerimonia di premiazione e di consegna pettorali. Domenica 25 febbraio, sempre alle ore 11, scatterà il secondo superG con premiazione nel parterre della pista La VolatA.

Altre news

Meillard sfreccia nello slalom di Aspen. Podio per Strasser e Kristoffersen

Dopo i due secondi posti nei giganti dietro a Marco Odermatt, Loic Meillard riesce ad imporsi nello slalom di Aspen, Colorado, e vince per la prima volta fra i pali stretti. Il capofila della prima run, il francese Clement...

Noel comanda in prima nello slalom. 8° Sala

Dopo i giganti, ecco lo slalom sulle nevi del Colorado ad Aspen: il francese Clement Noel stacca di 27 centesimi lo svizzero Loic Meillard, reduce da due podi fra le porte larghe. Poi i distacchi aumentano: il 3° è...

Brignone vola nella nebbia di Kvitfjell: vittoria di coraggio nel superG. «Mi diverto e non voglio smettere»

Un capolavoro in mezzo alla nebbia, una prova di forza e di coraggio. Federica Brignone vince il secondo superG di Kvitfjell, una maratona durata oltre due ore e mezza, colpa della nebbia che per tutta la mattinata andava e...

Aspen, Odermatt imbattibile: 12 trionfi consecutivi in gigante. Davanti gli azzurri: 4° De Aliprandini, 5° Vinatzer

Senza parole. Marco Odermatt è semplicemente imbattibile in gigante. Di tutti colori ne combina lo svizzero sul ghiaccio del Colorado nella seconda run, ma vince sempre e comunque. E sono 12 i successi di fila in gigante. Ha fatto...