Gli atleti Atomic ospiti nel ‘salotto buono’ di Altenmarkt

Tradizionale appuntamento pre-season con l’Atomic Media Day: atleti presenti nella sede di Altenmarkt, centinaia di giornalisti collegati da mezzo mondo per seguire le loro chiacchierate con Alexandra Meissnitzer.

©Mirja Geh

C’è Alex Vinatzer che racconta i test estivi con il nuovo materiale, con un occhio di riguardo al gigante, ovviamente puntando sempre alla specialità della casa, lo slalom, c’è Nadia Delago che si presenta rafforzata dai risultati dell’ultima stagione, c’è soprattutto Sofia Goggia seduta al divano con la coppia d’oro Shiffrin-Kilde.
Parla della sua crazy stagione, scherza sul suo rapporto con Babi, lo skiman che ama la velocità e utilizza gli sci da slalom per appenderci la giacca.
Serena come l’avevamo incontrata alla consegna della Castagna d’Oro a Frabosa Sottana. Il lavoro con Luca Agazzi e il training ad Ushuaia li ha condensati in un’unica parola, Bene!. Poi le altre due parole chiave della nuova stagione sono sana e continua. In fondo c’è ancora quel ginocchio da tenere sotto controllo, con la volontà di mantenere sempre alta l’asticella delle prestazioni. Consolidare il primato nella velocità (già da Cervinia-Zermatt, l’unica preoccupazione è la quota), buttando un occhio al gigante (Sölden al momento in stand-by per questioni logistiche).

©Ufficio stampa Atomic

Nel salotto austriaco ci sono Lucas Braathen, Manuel Feller, Marco Schwarz, Mina Holtmann o Mirjam Puchner, ma inutile nascondere che Mikaela Shiffrin e Aleksander Aamodt Kilde siano un po’ gli osservati speciali: la statunitense pensa a gigante e slalom, farà un po’ di superG e per la discesa chissà, intanto allo speed opening di Cervinia-Zermatt non ci sarà; il norvegese invece rimette il gigante nel mirino e a Sölden ci sarà.

©Ufficio stampa Atomic

Altre news

Goggia senza limiti: «Volevo la doppietta, ci sono riuscita»

Non bastava vincere. Sofia Goggia vuole la perfezione. Lo aveva promesso ed eccola oggi ancora in trionfo sulla Men's Olymouc - East Summit di Lake Louise. «Si può fare meglio», diceva ieri. Eccola, aveva ragione. Domina ancora in Canada...

Missile Goggia colpisce sempre: doppio trionfo a Lake Louise

Che andare. Diciannove vittorie in Coppa del Mondo (14 in discesa) e oggi doppietta stagionale sulla Men's Olympic /East Summit di Lake Louise (5 vittorie sul pendio canadese). Sofia Goggia fa paura. Non viene fermata dal vento che soffia...

E’ Kilde l’uccello predatore: battuto ancora Odermatt. Marsaglia 16°

Birds of Prey, nome della pista di Coppa del Mondo di Beaver Creek, significa uccelli da preda. Ed è il norvegese Aleksander Aamodt Kilde l'uccello predatore sulle nevi del Colorado., che porta a quindici i successi nella massima serie...

Gardena, semaforo verde per la 55a Coppa del Mondo

La Coppa del mondo di sci sulla Saslong si aprirà, come da tradizione, venerdì 16 dicembre con il superG. Sabato 17 dicembre, invece, si svolgerà la classica discesa, che sarà la 100a gara di Coppa del mondo in Val...