Giovani: rivoluzione in atto

Iniziamo a parlare del settore femminile. Pfitscher verso la conferma

Lavori in corso, o meglio, rivoluzione in atto nei settori B e C. E’ ormai quasi sicuro che ‘sotto’ i gruppi Coppa del Mondo ci sarà solo un gruppo di lavoro unitario con un unico staff tecnico.

MENO SOLDI – Prima di tutto, chiariamoci: queste scelte sembrano dettate da restrittezze economiche, poi sembra venga tutto il resto. E’ doversa questa premessa, perchè se i numeri saranno inesorabilmente minori, ci sarà da spiegarlo ad atlete ad atleti che in altri momenti storici farebbero parte sicuramente di una squadra nazionale. Purtroppo però, oggi è così. Partiamo dalle donne intanto e proviamo a fare dei nomi.  Siamo o non siamo nella calda primavera dello ‘sci mercato’?

PFITSCHER VERSO LA CONFERMA, ARRIVA ANCHE LORENZI?  –  Intanto sembra in questo team ci sia Heini Pfitscher: le sue ragazze sono cresciute, ma soprattutto insieme ai Comitati il tecnico di Trodena ha stabilito un rapporto di fiducia e di collaborazione. In arrivo un altro tecnico, forse Roberto Lorenzi che ha già esperienza in questo ambito? Gruppo unico dicevamo, ma dovrebbero rimanere le liste C e B separate, o altrimenti una lista di questo nuovo gruppo unico e una di ‘interesse nazionale’. Il gruppo unitario dovrebbe comprendere una dozzina di atlete o giù di lì.

‘NEW ENTRY’ MELESI E OLEGGINI? – Innanzitutto c’è da vedere dove inserire Sabrina Fanchini, Marta Benzoni, Sarah Pardeller ad esempio: nominalmente in questo team o fra le ‘interesse nazionale’? La logica direbbe in squadra, visto che si segnalano in uscita Michela Borgis, Anna Hofer e Janina Schenk dalla ‘vecchia’ B per fare qualche nome. Vedremo. In questo gruppo rimarranno Karoline Pichler e Alessia Medetti, poi verrà inserita ovviamente Carmen Geyr che ha vinto il Grand Prix e tutte quelle FuturFisi che hanno già fatto capolino in Coppa Europa, ossia Nicole Agnelli, Ida Giardini, Marta Bassino. Visto il finale di stagione sarà della ‘partita’ anche Federica Sosio, e pare anche le ’95 ovvero Jasmine Fiorano e Veronica Olivieri. Poi dobbiamo parlare delle ‘new entry’ che ci saranno: tre? Quattro? Roberta Melesi delle Alpi Centrali, Costanza Oleggini delle Alpi Occidentali, le altoatesine Verena Gasslitter e Nicole Delago? Si fa presto ad arrivare a 12 o 13. E le altre di FuturFisi? Con questi numeri saranno davvero considerevoli i ‘tagli’, per questo è ora che si stabilisca che ‘sotto’ le A, le squadre siano proprio aperte e che convocazioni per gare e stage estivi ed autunnali di allenamento siano ‘open’ e aggreganti. Lo dicono i Comitati e i grandi club, oltre che la ragione.

Altre news

Goggia di nuovo sugli sci: «È stata durissima e non sarà facile»

Dopo quattro mesi di sofferenza, duro lavoro e fisioterapia, Sofia Goggia ha rimesso gli sci ai piedi. «È stata durissima e non sarà facile» scrive la bergamasca, che sta lottando contro l'ennesimo infortunio della carriera. Sci da slalom ai...

Tra piste in ghiacciaio e di atletica, tanti azzurri in raduno

Tra mare e montagna, tra piste da sci ancora in condizioni invernali e piste di atletica che iniziano a essere roventi. Entra nel vivo la preparazione delle Nazionali italiane, che da quasi un mese hanno ripreso ad allenarsi, in...

Già in vendita i biglietti per i Mondiali di Saalbach

Messe in archivio le finali di Coppa del Mondo, a Saalbach si pensa ai prossimi campionati del mondo che andranno in scena dal 4 al 16 febbraio 2025, mettendo già in vendita i biglietti per la rassegna iridata. First...

Grande festa di chiusura per il Comitato Alto Adige

Tempo di festa, visti anche i risultati, per la tradizionale chiusura stagionale del Comitato Alto Adige. Qualche numero: nello scorso inverno in programma una decina di eventi di Coppa del Mondo; le atlete e gli atleti hanno ottenuto una...