Gagnon, la prova di Lake Louise costa cara. Finisce nelle reti e si infortuna

L’ultima prova della discesa di Lake Louise costa cara a Marie-Michele Gagnon. La canadese è caduta a poche porte dal traguardo riportando diversi problemi e contusioni. Il lungo elenco lo pubblica lei stessa di su Facebook: spalla di nuovo slogata, iper estensione del ginocchio, contusione al bicipite femorale, viso graffiato, taglio sul polso e alcuni punti di sutura. Insomma di tutto e di più per la canadese che ha già detto di essere pronta a iniziare la fisioterapia per tornare al più presto. «La prima sorpresa è la caduta, la seconda è che subito prima ero veloce per la prima volta in discesa. Non vedo l’ora di tornare, spero di non stare troppo ferma». 

Altre news

Prima giornata al Race Future Club a Cortina d’Ampezzo

Prima giornata al Race Future Club a Cortina d’Ampezzo. Condizioni variabili al Faloria: subito un po’ di nebbia, anche qualche fiocco di neve, poi finalmente il sole per i partecipanti alla terza edizione dell’iniziativa di Race Ski Magazine che...

Scatta il 3° Race Future Club in collaborazione con Fisi e Fondazione Cortina

Scatta a Cortina d'Ampezzo il Race Future Club atto numero 3. Stiamo parlando dell'iniziativa di Race Ski Magazine riservata ai migliori 14 Allieve/i e 10 Ragazze/i scaturiti dai risultati di Top 50, Alpe Cimbra, Campionati Italiani di categoria e...

A Les 2 Alpes il primo Summer Ski Camp con Lara Colturi

Lara Colturi e il suo primo Summer Ski Camp, una opportunità di allenamento per i giovani sciatori. Il camp è rivolto a ragazze e ragazzi dai tredici ai sedici anni (anno di nascita dal 2008 al 2011), e proposto in...

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...