Falez: «Ricorriamo alla Corte Federale, vogliamo una Fisi diversa»

Ecco la tappa milanese per Alessandro Falez, scortato dal fedele Enzo Sima candidato consigliere. Presente anche l’ex slalomista azzurra Irene Curtoni (che con Verena Stuffer si contenderà il ruolo di consigliera per gli atleti). Il primo argomento affrontato è quello relativo al ricorso (respinto dal tribunale federale) presentato insieme ad Angelo Dalpez (fra l’altro respinto anche quello di Stefano Maldifassi). «Il nostro percorso prosegue davanti alla Corte di Appello Federale. Arriveremo fino al Collegio di garanzia del CONI, Flavio Roda non si può candidare. Anche Maldifassi farà altrettanto. Giacomo Bisconti, invece, pare essere il candidato della continuità, sulla linea di Roda, che devo dire la verità ha fatto delle cose positive in questi anni».
Poi sul tavolo la polemica Kappa/EA7: «Non sta a me commentare ed entrare nel merito giuridico di questa vicenda ma sicuramente chiunque diventerà presidente dovrà affrontare una situazione spinosa e non di facile gestione». Si parla poi di base, di territorio: «Per il rilancio della base e per veicolare un ricambio generazionale, vanno ripensati alcuni formati e puntare ad una promozione innovativa e attrattiva. Va anche portato avanti il rinnovamento nelle aree e in quegli sport invernali che sono in difficoltà». La Fisi per Falez deve essere più aperta. deve coinvolgere tutti gli attori in gioco. Ancora Alessandro: «Vogliamo continuare a fare sempre meglio, recuperare il tempo perso e regalare a tutti i tesserati una FISI condivisa e aperta al dialogo, in cui le deleghe e le conoscenze del singolo possano valorizzare il lavoro fatto. Crediamo sia fondamentale continuare ad investire nel talento giovanile, sostenendo i ragazzi e le famiglie, oltre che i club. La volontà è di avere centri federali con una piattaforma tecnico scientifica d’avanguardia che ci permetta di tracciare una strada chiara per il futuro. Attenzione anche alla modernizzazione delle strutture e alla creazione di uno skidome italiano».

 

Sima, Curtoni, Falez

Altre news

Roberta Melesi lancia un bel segnale: «Ho tirato fuori quello che sto costruendo»

Dietro a Marta Bassino e Federica Brignone (ieri nona con alcune sequenze buone e altre da rivedere) c'è qualcosa che si muove. Ed è una bellissima notizia per il gigante azzurro e più in generale per tutto il movimento....

Divertimento e spensieratezza le parole d’ordine di Marta Bassino

Prima di Soelden, gli addetti ai lavori che hanno avuto modo di seguire le atlete in pista, parlavano di due atlete in grande forma: la svedese Sara Hector (ieri terza) e l'azzurra Marta Bassino. Ma poi quel gigante sul...

Kilde apre le danze della velocità con un successo a Lake Louise

La prima discesa della stagione è nel segno di Aleksander Aamodt Kilde. A Lake Louise il maltempo concede una tregua: visibilità spesso piatta, a volte con il sole, ma pista bella compatta. Il norvegese, con il pettorale 6, primo...

Killington: Bassino seconda dietro solo a Gut-Behrami. Nona Brignone, Melesi ottima 11a, primi punti per Colturi

È di Lara Gut-Behrami il primo gigante della stagione. L'elvetica ha vinto la prova di Killington - con partenza abbassata per il vento - con soli 7/100 sull'azzurra Marta Bassino che centra subito il podio, il ventiduesimo della sua...