Eisath: "Occhio, arrivo anche io"

"A Beaver Creek mi qualifico"

E’ l’ultimo a girare sulla pista d’allenamento, ad andare via. Quando inizia a nevicare in maniera copiosa gli azzurri lasciano la ‘Rocca’, mentre Florian Eisath risale ancora una volta sullo skilift. Forse perchè forte dei migliori tempi di giornata, forse perchè ha voglia di sfruttare fino all’ultimo i saggi consigli di Matteo Guadagnini e dello staff tecnico. E’ più sereno ‘Flo’, non c’è alcun dubbio. "L’infortunio mi ha fatto capire tante cose, innanzitutto che non bisogna mai mollare. Un infortunio alla tibia ti fa perdere tanto tempo, dall’altra parte capisci che quando stai bene devi solo pensare ad andare forte". Eisath ha una voglia matta di dimostrare che questa stagione può essere protagonista: "A Beaver mi qualifico, sto bene. Soelden? Ho chiuso a 5 decimi dal 30° posto, ma ho perso un’eternità sul piano e sopratutto mi sentivo rigido a causa della scarsa visibilità. Un’insicurezza che deriva ancora dall’incidente..Ma ora credetemi, ci sono"

 

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...