Eisath, almeno cinque mesi di stop

Florian da qualche giorno è rientato a casa

Florian Eisath è tornato a casa in Val d’Ega ormai da qualche giorno. Dieci giorni fa nel gigante di Coppa del Mondo a Kranjska Gora l’infortunio nella seconda manche: frattura scomposta in quattro parti dell’omero sinistro. Operato a Milano presso la clinica ‘La Madonnina’ dal prof. Herbert Schoenuber e dal dott. Andrea Panzeri, adesso ha iniziato i primi esercizi di fisioterpia. «Ho incominciato con esercizi di mobilizzazione. Tuttavia l’arto infortunato in due mesi potrebbe essere a posto. Ma più lungo potrebbe essere il tempo per il discorso del nervo. E’ addormentato ancora, i primi giorni facevo molta fatica a muovere le dita velocemente, a distenderle. Adesso si vedono i primi passi, ma il deficit di trasmissione del nervo è ancora basso. Quando tornerò sugli sci? Almeno cinque mesi di stop, almeno credo…Poi certo, fra una quindicina di giorni se mi sento meglio potrò inizare a lavorare con le gambe prima e con gli  addominali poi». In bocca al lupo allora Florian!

Altre news

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar da ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Telenovela finita. Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha...

La Svizzera ha scelto le condizioni di La Thuile per gli ultimi allenamenti

La Thuile si rivela anche sul finale di stagione una meta privilegiata per i top dello sci mondiale. In quest’ultima settimana di apertura, appena chiuso il Criterium Cuccioli con 600 giovani atleti da tutta Italia, ecco che il comprensorio...