E’ tornato Winnerhofer! Il superG si tinge di azzurro

Una giornata incredibile. Cielo blu, tanta gente all’arrivo della Planai, sempre più tempio del grande sci. La giornata che non ti aspetti. Beat Feuz, dopo il secondo posto di ieri, avrebbe potuto ammazzare la Coppa overall con una vittoria. E invece… è tutta un’altra storia. La notizia principale è il terzo posto, con prenotazione della Coppa del Mondo, di Marcel Hirscher, il volo di Feuz e l’addio, probabile, ai sogni di gloria, Ma oggi per noi la prima pagina va alla grande prestazione degli azzurri, con la vittoria di Christof Innerhofer e il quarto posto di Matteo Marsaglia. Sulla pista dei prossimi Mondiali un risultato di buon auspicio, che fa morale dopo una stagione difficile. Christof Innerhofer, acciaccato, in attesa di una risonanza magnetica per capire perché da settimane deve imbottirisi di antidolorifici, tira fuori la prestazione che ti aspetti da uno come lui, da uno che nell’armadio ha una collezione di medaglie da fare invidia. Pennella le curve come a Garmisch, fantastico. All’arrivo ha due centesimi su Alexis Pinturault e sei su Marcel Hirscher, sceso con il pettorale numero due. Ed esplode l’urlo liberatorio. Devono ancora scendere tanti atleti forti, ma la sensazione è quella delle giornate giuste. E infatti Inner rimarrà in testa. Peccato per Matteo Parsaglia, quarto a ventidue centesimi, che ha tirato un po’ il freno verso la fine. La gara degli altri: la Coppa di specialità va ad Aksel Lund Svindal, Beat Feuz cade rovinosamente quando accusava comunque un ritardo da Hirscher. Questione di neve, probabilmente di testa. Hirscher ha disegnato la gara perfetta, su un tracciato abbastanza tecnico, non un superG dei più filanti ma tra i più simili a un gigante, sfruttando alla perfezione il pettorale numero due. Chapeau, ora, a 75 punti da Feuz in classifica generale, la Coppa è o praticamente sua. Le posizioni dalla quinta alla decima: Reichelt e Raich a pari merito, Mayer, Jansrud, Cuche, Ligety. Peter Fill ha chiuso al venticinquesimo posto.

Altre news

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar da ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Telenovela finita. Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha...

La Svizzera ha scelto le condizioni di La Thuile per gli ultimi allenamenti

La Thuile si rivela anche sul finale di stagione una meta privilegiata per i top dello sci mondiale. In quest’ultima settimana di apertura, appena chiuso il Criterium Cuccioli con 600 giovani atleti da tutta Italia, ecco che il comprensorio...