Fluoro sì, fluoro no, questione rimandata a dopo la stagione 2021/2022. Lo ha comunicato la Fis dopo riunioni e valutazioni e dopo aver capito che la “fluorine tracker” necessita ancora di qualche test. In una nota della Federazione internazionale si legge: «L’implementazione di un Fluorine Tracker che rileverà istantaneamente la presenza di sciolina al fluoro sugli sci è stata rimandata a dopo la stagione 2021/2022. Nella stagione successiva, il dispositivo sarà ulteriormente testato nel processo di implementazione reale durante la stagione di gara, senza penalizzazioni. Il processo di implementazione non è stato purtroppo possibile testare adeguatamente durante l’ultima stagione a causa della situazione della Covid-19. Le relazioni sui prossimi passi nello sviluppo del Fluorine Tracker e sull’effetto del divieto del C8 saranno preparate per il Consiglio per l’autunno 2021». 

E ha anche ribadito che«Tenendo presente il rischio per la salute e le preoccupazioni ambientali legate alle cere al fluoro, la FIS rimane impegnata a introdurre un divieto totale del fluoro e a sviluppare metodi di test per garantire competizioni senza fluoro in futuro. FIS ha vietato tutti i prodotti contenenti C8 fluorocarburi/PFOA in tutti gli eventi FIS a partire dalla stagione 2021/2022, in linea con il regolamento UE 2019/1021 (“POP-regulation”) e il regolamento CE 1907/2006 (“REACH”), che regolano la manipolazione delle cere fluorurate».