Discesa, non più Paris dipendenti? Galli: «Segnali di crescita»

BORMIO LIVE – E’ vero, è mancato l’acuto, è mancata la stoccata. E mancato insomma il podio nella leggendaria discesa di Bormio. Ma i segnali dell’Italia della velocità ci sono stati. Dominik Paris a parte, leggenda vivente, un team sta prendendo forma. Lorenzo Galli fa il punto della situazione dopo la discesa sulla Stelvio, la quarta della stagione di Coppa del Mondo: «Il percorso intrapreso sta dando piano piano i suoi frutti. Florian Schieder si conferma fra i top 15, e non è cosa facile su una pista del genere. Soprattutto in queste conduzioni. Un 13° posto di valore, ha ancora margine e mi aspetto molto per il proseguo della stagione. Mattia Casse, dopo il podio in Gardena, ha chiuso in top ten. Ha sbaglato nella parte centrale ma risulta essere competitivo. Si è sbloccato, fisicamente sta bene, ora deve essere regolare e può togliersi siddisfazioni importanti. I giovani dietro spingono. Pietro Zazzi ha riscattato un inizio di stagione difficoltoso, Giovanni Franzoni invece ha colto i primi punti in Coppa del Mondo in un situazione davvero difficile. Ricordiamo essere un 2001…La squadra ha reagito bene»

Continua il coach livignasco: «Certo manca lo squillo, come il primo podio di Casse in Gardena, ma siamo sulla strada giusta. Non è facile primeggiare, ma ci sono segnali di una squadra che dietro cresce. Bisogna avere fiducia e credere in questi ragazzi, certo c’è da lavorare. Nicolò Molteni (non è andato a punti oggi) è fra quelli che anno dopo anno sta crescendo. Guglielmo Bosca?  Non partirà in superG domani, ma anche lui ha fatto passi significativi». Sono primi segnali ricordiamolo, non parliamo ancora di talenti espressi a suon di risultati, ma dietro si intravede un team che inizia a mettersi in mostra, Da Paris dipendenti, finalmente si vede in futuro. Perché poi, è sempre meglio ricordarlo, la concorrenza è spietata nello sci maschile ed oggi la Stelvio ha dimostrato tutto ciò. Per questo oggigiorno essere a tre secondi da Kriechmayr vale tanto… Forza ragazzi, non mollare e continuare a crescere… Domani aspettiamo un altro step nel superG in programma…

Altre news

Braathen operato di appendicite. Rientro per lo slalom iridato del 19?

Lucas Braathen è stato operato di appendicite acuta in Austria presso l'ospedale di Zell am See. Il fuoriclasse norvegese è stato dimesso in mattinata. Piinheiro ha accusato dolori forti all'addome durante una vacanza a Parigi dopo lo slalom di...

Alleghe, Pizzato gigante. Rigamonti (2°) si impone nel GPI Junior su Bertoldini e Claudani

Seconda gara ad Allegjhe: nel gigante Fis ottima prestazione dell'azzurrino Stefano Pizzato. Il C anticipa Leonardo Rigamonti Fiamme Gialle, quindi Andrea Bertoldini del Lecco AC, staccati rispettivamente di 42 e 56 centesimi. Bella prova dei due che si mettono dietro...

Coppa Europa, due top ten per le azzurre nelle discese di Chatel

La Coppa Europa femminile fa tappa sulle nevi francesi di Chatel con due discese e un superG, recupero di quello di San Pellegrino. Mercoledì, nella prima discesa, doppietta austriaca con Christina Ager che precede di 38 centesimi Nadine Fest,...

Limone, Platino si impone nettamente in gigante. Rosca anticipa Collomb e Marangon nel GPI

Seconda gara a Limone Piemonte griffata Equipe Limone e Ski College Limone. Ed è tempo di gigante Fis, con una netta vittoria dell'azzurra Elisa Platino che mette dietro di gran lunga altre due atlete della squadra nazionale: a 1.82...