Discesa, non più Paris dipendenti? Galli: «Segnali di crescita»

BORMIO LIVE – E’ vero, è mancato l’acuto, è mancata la stoccata. E mancato insomma il podio nella leggendaria discesa di Bormio. Ma i segnali dell’Italia della velocità ci sono stati. Dominik Paris a parte, leggenda vivente, un team sta prendendo forma. Lorenzo Galli fa il punto della situazione dopo la discesa sulla Stelvio, la quarta della stagione di Coppa del Mondo: «Il percorso intrapreso sta dando piano piano i suoi frutti. Florian Schieder si conferma fra i top 15, e non è cosa facile su una pista del genere. Soprattutto in queste conduzioni. Un 13° posto di valore, ha ancora margine e mi aspetto molto per il proseguo della stagione. Mattia Casse, dopo il podio in Gardena, ha chiuso in top ten. Ha sbaglato nella parte centrale ma risulta essere competitivo. Si è sbloccato, fisicamente sta bene, ora deve essere regolare e può togliersi siddisfazioni importanti. I giovani dietro spingono. Pietro Zazzi ha riscattato un inizio di stagione difficoltoso, Giovanni Franzoni invece ha colto i primi punti in Coppa del Mondo in un situazione davvero difficile. Ricordiamo essere un 2001…La squadra ha reagito bene»

Continua il coach livignasco: «Certo manca lo squillo, come il primo podio di Casse in Gardena, ma siamo sulla strada giusta. Non è facile primeggiare, ma ci sono segnali di una squadra che dietro cresce. Bisogna avere fiducia e credere in questi ragazzi, certo c’è da lavorare. Nicolò Molteni (non è andato a punti oggi) è fra quelli che anno dopo anno sta crescendo. Guglielmo Bosca?  Non partirà in superG domani, ma anche lui ha fatto passi significativi». Sono primi segnali ricordiamolo, non parliamo ancora di talenti espressi a suon di risultati, ma dietro si intravede un team che inizia a mettersi in mostra, Da Paris dipendenti, finalmente si vede in futuro. Perché poi, è sempre meglio ricordarlo, la concorrenza è spietata nello sci maschile ed oggi la Stelvio ha dimostrato tutto ciò. Per questo oggigiorno essere a tre secondi da Kriechmayr vale tanto… Forza ragazzi, non mollare e continuare a crescere… Domani aspettiamo un altro step nel superG in programma…

Altre news

Il progetto “Juniors to Champions” di Atomic è realtà anche in Italia

Il progetto Juniors to Champions di Atomic è realtà anche in Italia. Il più grande produttore di sci al mondo, che ha come obiettivo quello di accompagnare i giovani ed emergenti talenti che puntano ai grandi palcoscenici, vuole fornire...

Gruppo Rossignol ha radunato i suoi 45 istruttori nazionali

Il Gruppo Rossignol chiama a raccolta i “suoi” Istruttori nazionali per presentare il nuovo progetto di “brands promotions”. In occasione dell’aggiornamento ufficiale della Fisi a Cervia, Rossignol, lo scorso 24 maggio, ha anticipato il momento di formazione organizzando una...

Definite le squadre del Comitato Alto Adige

Linea di continuità, dopo i cambiamenti dello scorso anno nel Comitato Alto Adige. Christian Thoma continua a ricoprire il ruolo di responsabile della sezione sci alpino; in campo inoltre Christian Polig (VSS), Thomas Valentini (Grand Prix) e Thomas Rungg...

Gardena 2029, si decide il 4 giugno. Roda: «Grande lavoro condiviso da tutto il territorio»

Il 4 giugno in Islanda a Reykjavík alle ore 18 (20 italiane) la votazione al congresso FIS  per decidere l'assegnazione dei Mondiali di sci alpino del 2029. In prima linea la nostra Val Gardena che dovrà vedersela con la...