Simone Del Nista con Matilde Gavazzi

Facciamo il tifo per Simone Del Nista: il coach dell’Academy School Val di Luce è stato operato nuovamente alla testa per una complicazione dopo il primo intervento per l’esportazione di un neurinoma. Il modenese di Dogana di Fiumalbo, a pochi chilometri dal Passo dell’Abetone, ci ha detto mentre è ancora all’ospedale di Modena.

ECCO SIMONE – Sentiamolo il coach emiliano: «Leggo Race Ski Magazine alle quattro della notte da un letto d’ospedale. Non dormo, non riesco proprio a dormire. Ultimamente non me la passo bene. A metà novembre ho avuto un’operazione delicata su un neurinoma nei nervi cranici nel tronco encefalico. Operazione delicatissima di otto ore con molte complicanze post operatorie, ma era andato tutto bene tranne una paresi facciale guaribile spontaneamente in un mese. Mi avevano dimesso una settimana fa e tutto andava per il meglio e stavo alla grande. Ero in pieno recupero tornato in forma in tempi record rispetto ai lunghi recuperi di queste operazioni sul sistema nervoso. Purtroppo ora sono di nuovo ricoverato d’urgenza per una grave complicanza a causa di perdita di liquidi dal cervello che schizzava schizzava fuori tramite un buco nelle meningi e trovava via d’uscita dall’orecchio. Mi sono prosciugato… Mercoledì seconda operazione d’urgenza, per cercare di tappare i buchi all’encefalo. La notte è stata la peggior notte della mia vita, un dolore così non l’ho mai sentito».

Simone Del Nista
Simone Del Nista

E continua: «Ora va leggermente meglio. Sono a Modena, immobile su un letto rigorosamente in orizzontale fino a domenica per ripristinare la pressione intracranica e del liquor delle meningi. Muovendomi rischio di aumentare la pressione e ristrappare tutte le suture all’encefalo facendo rischizzare via tutto. La salita è dura e c’è da combattere…. e un po’, dico la verità, mi sto demotivando dopo venti giorni in questi ambienti..Belli i miei monti, sogno il mio Appennino…non devo mollare!».

Già Simo, non devi mollare! Ti siamo vicini…