Definizione stragiudiziale Informatica System

Pubblichiamo il comunicato della Fisi

La presente comunicazione per informarvi che  in data 23 giugno 2012, durante  i lavori della  seduta del Consiglio Federaltenutosi a Sestriere, lo stesso Consiglio ha ratificato la delibera d’urgenza n.9 del Presidente relativa alla definizione stragiudiziale con Informatica System, autorizzando il pagamento di 400.000 euro a fronte del credito totale vantato dall’azienda in oggetto di 467.000. “Si chiude così una controversia iniziata nel lontano 1998, originata dal mancato pagamento di servizi commissionati dal Comitato AOC per la progettazione e la realizzazione di un portale on-line. Nel corso degli anni e delle relative gestioni della Federazione, probabilmente a causa di una sottostimata percezione degli impatti generati da questa controversia e delle scelte compiute in ordine allo sviluppo del procedimento giudiziale instaurato, non si  e’dato seguito in maniera risolutiva alla questione, lasciando così che, con il passare del tempo, l’importo del debito continuasse ad aumentare in misura rilevantissima a causa della maturazione di interessi, di spese legali e degli oneri conseguenti.  Tale situazione si procrastinava al punto tale che il procedimento giudiziale finiva con l’approdare ad una fase nella quale nessuna residua attività di difesa potesse esser svolta ed il creditore fosse in condizione, come poi effettivamente avvenuto, di avviare azioni esecutive verso il patrimonio della Federazione, nella certezza ormai acquisita dell’intangibilità del proprio credito. Ciò è quanto accaduto fino all’inizio del mio mandato, allorché non potevo che constatare, con enorme amarezza, come l’unica cosa rimasta da fare fosse, purtroppo, procedere al pagamento onde evitare la maturazione di ulteriori interessi, spese ed ulteriori danni per la Federazione. A tal riguardo, sottolineo che l’importo alla fine dovuto, pari ad oltre 460.000 Euro, originava da un credito iniziale di circa 260.000 Euro, aumentato fino alla predetta cifra per effetto appunto di interessi, spese legali e di giudizio. La definizione della controversia con il pagamento a saldo e stralcio di 400.000 Euro ha consentito, se non altro, il "risparmio" di almeno 67.000 Euro, nelle assoluta certezza che se così non si fosse ora operato il debito sarebbe ulteriormente aumentato fino al completamento delle azioni esecutive già in corso sui beni della Federazione (con ulteriori, gravi danni, anche d’immagine)."

Altre news

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar da ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Telenovela finita. Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha...

La Svizzera ha scelto le condizioni di La Thuile per gli ultimi allenamenti

La Thuile si rivela anche sul finale di stagione una meta privilegiata per i top dello sci mondiale. In quest’ultima settimana di apertura, appena chiuso il Criterium Cuccioli con 600 giovani atleti da tutta Italia, ecco che il comprensorio...