Dainese e FIS: insieme per la sicurezza

Firmato il protocollo d'intesa per portare la tecnologia air bag nello sci

FIS e Dainese hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per studiare l’applicazione della tecnologia air bag allo sci alpino di alto livello.

Sia FIS sia Dainese considerano la sicurezza e la protezione degli atleti la loro massima priorità. La nuova cooperazione sottolinea l’impegno strategico per dare agli atleti una protezione che, allo stato dell’arte, impiega le più recenti tecnologie, in questo caso la sicurezza ‘dalla testa ai piedi’ e i sistemi protettivi intelligenti che hanno mostrato la loro efficacia nelle competizioni motociclistiche.

Il progetto, iniziato già nel corso del 2010, è nella fase della raccolta dati. Alcuni tester sono stati dotati di una piattaforma inerziale in grado di registrare le dinamiche delle competizioni sciistiche. I dati così raccolti saranno impiegati per definire l’algoritmo che attiverà, quando ritenuto appropriato, lo speciale sistema dedicato allo sci alpino. Il progetto proseguirà per i prossimi due anni, fino al 2013.

«La nuova partnership con Dainese è il più recente avanzamento del FIS Injury Surveillance System, iniziato 5 anni orsono. Il progetto può beneficiare delle statistiche e dei dati raccolti nel corso delle ultime quattro stagioni e rappresenta l’ideale completamento degli altri progetti in corso presso l’Oslo Sports Trauma Research Center e presso l’ Università di Salisburgo», commenta il Presidente della FIS Gian Franco Kasper.

«Proteggere l’uomo nello sport è la nostra ‘mission’ aziendale. Dal 1972, partendo dal mondo della moto, un’incessante attività di rinnovazione ha creato un patrimonio di conoscenze che siamo ora orgogliosi di applicare ad atleti e campioni dello sci alpino. L’impegno in questo mondo, iniziato negli anni ’90 con l’introduzione del paraschiena, prosegue oggi con la protezione intelligente D-air.  Siamo onorati di collaborare con FIS, una federazione prestigiosa e  sensibile ai problemi della sicurezza nello sport», commenta Lino Dainese, Presidente di Dainese S.p.A.

Ulteriori informazioni sull’avanzamento del progetto verranno fornita da FIS  e Dainese.
 

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...