Prosch, Sala, Liberatore e Saracco nella finish area bavarese ©Gabriele Pezzaglia

Per avere le squadre nazionali forse ci vorrà ancora un po’ di tempo. Massimo Rinaldi sta contattando in questi giorni i prossimi responsabili, ovviamente dei gruppi di Coppa del Mondo, poi a cascata verranno sistemati tutti gli altri.

Si inizia però a parlare molto del gruppo Coppa Europa maschile. Non si conoscono ancora le intenzioni: ci sarà gruppo unico? Ci saranno due gruppi per slalom/gigante e velocità? In queste ore si fanno moltissimi nomi, a iniziare da due tecnici di esperienza. Si parla infatti di un posto in questo gruppo per Lorenzo Galli e forse, anche per Patrick Staudacher, che a questo punto vista la grande esperienza in Coppa del Mondo, potrebbero prendere in mano i giovani velocisti. E Giuseppe Butelli, lo scorso anno uomo della velocità del circuito continentale? Voci contrastanti, qualcuno lo riporta in Valle d’Aosta, altri verso il settore femminile.

Per l’ennesima volta ritorna in ballo anche il nome di Alexander Prosch. L’ennesima perché già al termine delle passati stagioni circolavano voci di un suo possibile rientro a Selva. E anche quest’anno puntualmente sono arrivate. Che cosa farà Ali? I giovani lo vorrebbero in Coppa del Mondo nel gruppo che ormai sembra essere andato ad Alessandro Serra, ma anche qui la confusione è tanta. Roberto Saracco? Anche il suo nome circola ai piani alti… Rimarrà in Coppa Europa o verrà promosso?

Bisognerà capire le intenzioni di Roda, Rinaldi e Guadagnini perché si parla addirittura di tre gruppetti: i senatori Gross e Moelgg e poi gli altri suddivisi in gigante e slalom o comunque con programmi improntanti più da una parte o dall’altra… E allora di tecnici che serviranno…